Asporto rifiuti, APPE chiede lo “sconto” per i pubblici esercizi

Last modified date

Come già comunicato, l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) con delibera dello scorso 5 maggio ha dato la possibilità ai Comuni di deliberare riduzioni di tariffa dell’asporto rifiuti, a favore di quelle attività che sono rimaste chiuse nel periodo di “lockdown”.

Tra queste attività vi sono certamente anche i pubblici esercizi, chiusi dal 12 marzo al 17 maggio e, precedentemente, operativi con orario 6-18. Anche dopo la riapertura, l’adozione di misure di distanziamento (che hanno inciso sul numero di clienti che si possono ospitare) e la scarsa affluenza di consumatori, rendono sicuramente iniqui i “normali” criteri di valutazione e calcolo degli importi della tariffa.

Ad oggi, risulta che solo il Comune di Saonara abbia deliberato uno “sconto” per i pubblici esercizi.

Così, APPE ha inviato una PEC a tutte le rimanenti 101 amministrazioni comunali della provincia di Padova, per chiedere l’applicazione della delibera ARERA. Quando arriveranno notizie di altri comuni attenti alle legittime richieste della categoria, saranno pubblicate sul sito e diffuse tramite i consueti canali (Facebook, WhatsApp).

Scarica la lettera inviata da APPE ai Comuni



Condividi/stampa: