Corso abilitante alla somministrazione e vendita di prodotti alimentari

Specifico per ottenere i requisiti professionali necessari per gestire pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie) e negozi del settore alimentare, ma anche macellerie, pescherie, supermercati.

 

Obbligatorio ai sensi del Decreto Legislativo n. 59/2010

Obiettivi: fornire le conoscenze necessarie per svolgere l’attività di esercente dei servizi di somministrazione e di vendita di alimenti.

 

Durata: 120 ore suddivise in 40 lezioni di 3 ore. Frequenza minima obbligatoria di 102 ore (85% del totale).

 

Programma del corso: legislazione commerciale; legislazione sociale, del lavoro e penale; amministrazione e contabilità aziendale; legislazione fiscale; legislazione igienico-sanitaria; merceologia; tecniche di vendita e marketing; elementi di pratica professionale.

 

Al termine del corso: esame presso la sede del corso e, al superamento dello stesso, rilascio dell’attestato regionale (valido in tutta Italia).

 

Costo corso:    € 600,00 esenti Iva

 

Consulta la scheda informativa di dettaglio  

Scarica il modulo di iscrizione 

 

Per maggiori informazioni e per la pre-iscrizione è sufficiente scrivere un’email a formazione@appe.pd.it

 

 

 

 

 

Art. 71, comma 6 del Decreto Legislativo n. 59/2010

L’esercizio, in qualsiasi forma, di un’attività di commercio relativa al settore merceologico alimentare e di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, anche se effettuate nei confronti di una cerchia determinata di persone, è consentito a chi è in possesso di uno dei seguenti requisiti professionali:

  1. avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e di Bolzano;
  2. avere prestato la propria opera, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all’amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell’imprenditore in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all’Istituto nazionale per la previdenza sociale;
  3. essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.

 



Condividi/stampa: