Canone RAI spostato al 31 marzo, ma nessuno sconto. FIPE punta alla riduzione degli importi

Last modified date

Come già comunicato, la RAI aveva deciso di concedere una proroga all’originario termine del 31 gennaio, per il pagamento del “canone speciale” annuale, per la detenzione di apparecchi radio-televisivi.

Ora, con un comunicato stampa, si apprende che il termine è stato prorogato al 31 marzo, senza alcuna diminuzione nell’importo dello stesso (ma, anzi, sottolineando il fatto che è stata concessa <<di fatto, una moratoria di due mesi senza alcuna maggiorazione>>).

FIPE sta continuando a svolgere la sua azione al fine di ottenere una riduzione dell’importo, ampiamente giustificata dalla ridotta attività dei pubblici esercizi nel corso del 2020 e in questo scorcio di inizio anno.

Non appena ci dovessero essere ulteriori novità, le stesse saranno comunicate attraverso i consueti canali informativi di APPE. In ogni caso, si ricorda che le modalità di pagamento del canone sono già state fornite con precedente articolo.

Per maggiori informazioni o chiarimenti è possibile contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it)



Condividi/stampa: