Dalla Regione Veneto e Unioncamere 18 milioni per le imprese, ma non per i pubblici esercizi

È stato pubblicato il bando per l’erogazione di contributi a fondo perduto a favore di imprese che sono state colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19.

La dotazione finanziaria è di circa 18 milioni di euro, di cui 17 messi a disposizione dalla Regione e 1 milione da Unioncamere regionale.

Le imprese beneficiarie devono operare in una delle seguenti filiere:

  • filiera eventi (congressi, matrimoni, cerimonie, etc.);
  • ambulanti con posteggi in aree di eventi, stadi (cosiddetti fieristi);
  • filiera trasporti persone;
  • filiera sport, intrattenimento, parchi divertimento e tematici (incluse le attività dello spettacolo viaggiante);
  • filiera attività culturali e spettacolo;
  • commercio al dettaglio di abbigliamento, calzature, libri e articoli di cartoleria ed esercizi all’interno di centri o parchi commerciali.

Possono pertanto presentare domanda le imprese con attività primaria (da codice Ateco) presente nell’apposito elenco predisposto. L’istanza va presentata in via telematica dal 10 febbraio al 3 marzo 2021 e non vi è un ordine cronologico di precedenza (tutte le domande che rispettano i requisiti previsti saranno finanziate).

Attenzione: non rientrano nell’elenco e, pertanto, non possono presentare domanda, le attività di somministrazione di alimenti e bevande (bar, ristoranti, pasticcerie e similari). Rientrano invece le attività di catering (Ateco 56.21.00) e di sala da ballo (Ateco 93.29.10).

Per maggiori informazioni è possibile consultare il testo del bando e l’apposita FAQ predisposta.

Per il settore dei pubblici esercizi dovrebbe essere approvato più avanti un apposito bando di contributi.

La Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it) è a disposizione degli associati per eventuali approfondimenti.



Condividi/stampa: