Campionati Europei di calcio: come trasmettere le partite

Last modified date

Scattano dal prossimo 11 giugno le partite del campionato europeo di calcio, con l’Italia che esordirà alle ore 21 contro la Turchia. Tutte le partite saranno trasmesse in TV su Sky, mentre RAI trasmetterà 27 incontri (tra cui tutti quelli dell’Italia), comprese le fasi finali.

Poiché diversi esercenti hanno chiesto informazioni su come poter trasmettere gli eventi trasmessi sui canali RAI, si riepilogano di seguito i necessari passaggi.

Esercente già abbonato RAI/SIAE per la TV presente in esercizio

Non deve fare nulla, in quanto i suoi attuali abbonamenti (canone speciale RAI e SIAE) gli consentono di trasmettere liberamente le partite.

Esercente abbonato RAI solo per la radio

Deve integrare l’attuale abbonamento alla RAI contattando il numero verde 800.938.362), dando eventualmente disdetta entro la fine dell’anno (altrimenti dal 2022 si troverà a pagare il canone abbonamento speciale televisivo di oltre 400 euro, contro i 30 euro circa dell’abbonamento alla radio). Allo stesso modo, deve integrare l’abbonamento a SIAE, versando 1/5 del normale canone per apparecchi televisivi (attenzione, questo abbonamento particolare SIAE vale solo per gli Europei e quindi non è necessario dare alcuna disdetta: dal 2022 si tornerà a pagare il normale abbonamento radio).

Esercente non abbonato né a RAI né a SIAE

Deve fare un nuovo abbonamento alla RAI (contattando il numero verde 800.938.362) e dando eventualmente disdetta entro la fine dell’anno (altrimenti dal 2022 si troverà a pagare il canone abbonamento speciale televisivo di oltre 400 euro). Allo stesso modo, deve fare l’abbonamento a SIAE (contattando l’ufficio di zona), versando 1/5 del normale canone per apparecchi televisivi (attenzione, questo abbonamento particolare SIAE vale solo per gli Europei e quindi non è necessario dare alcuna disdetta: dal 2022 non si pagherà più nulla).

Costi degli abbonamenti

Per quanto attiene ai costi, il canone RAI per il 2021 non costa nulla, per cui sarà sufficiente fare un nuovo abbonamento (o integrare l’abbonamento già in essere per la sola radio) e non ci sarà nulla da pagare (attenzione però a dare disdetta entro fine anno, per evitare il rinnovo automatico). Le tariffe SIAE, invece, prevedono il pagamento di 1/5 del normale canone per il possesso di apparecchio audiovisivo (tale abbonamento vale per la durata dei campionati europei e non prevede alcun rinnovo automatico, per cui non serve dare disdetta).

Tabella costi SIAE per singolo apparecchio posto all’interno del locale

Superficie di somministrazioneImporto
Fino a 75 mq.euro 41,80
Da 76 a 250 mq.euro 53,80
Da 251 a 500 mq.euro 79,80
Oltre 500 mq.In base alla superficie

A titolo d’esempio, un esercizio di 200 mq. che non ha alcun dispositivo audio/video, per far vedere gli incontri di calcio si troverà a pagare circa 54 euro di abbonamento SIAE (e zero euro per l’abbonamento RAI).

Gli importi sopra riportati sono quelli comunicati da SIAE, dai quali va detratto l’importante sconto APPE-FIPE, riservato agli associati in possesso di certificato di adesione all’Associazione.

Ovviamente, qualora per la diffusione delle partite si utilizzasse la piattaforma SKY, ai costi sopra indicati occorre aggiungere l’abbonamento all’emittente satellitare.

Maggiori informazioni e certificato d’iscrizione APPE per lo sconto

Per maggiori informazioni, per ottenere il certificato di iscrizione (che consente di ottenere lo sconto) e ricevere assistenza nella predisposizione e invio delle pratiche di richiesta (ed eventuale recesso) dell’abbonamento, è possibile contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it).



Condividi/stampa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment