Uova e colombe di Pasqua si possono comprare in molte pasticcerie, oppure vengono consegnate a casa

Anche con le serrande abbassate, anche con le luci spente, i pasticceri di Padova e provincia, con tanto di cappello e laboratorio artigianale dedicato solo a dolci e cioccolato, sono sempre stati in fermento, un po’ come il loro lievito madre che aspettava solo di… volare!

E così, in questi giorni, si sono riuniti virtualmente e hanno deciso di rispettare la tradizione, facendo volare le loro colombe originali, uniche, fatte a mano al 100%, nelle case di chi continua a credere nel valore delle mani di chi lavora.

Alcuni stanno usando la loro pagina Facebook, altri semplicemente rispondono al telefono, altri ancora si sono registrati nel sito messo a disposizione dall’APPE (Associazione Provinciale Pubblici Esercizi) => www.gustareacasa.it 

Intanto la questione delle pasticcerie con Codice ATECO “misto” è stata chiarita dagli Enti competenti, in primis la Prefettura di Padova. L’apertura al pubblico è limitata solo alle pasticcerie con codice ATECO 47.24.20 (commercio di generi di pasticceria), sia come principale che secondario.

Queste pasticcerie si impegnano a eliminare/accatastare/coprire i tavoli, sedie, macchina del caffè, bicchieri, posate, tazzine, zuccheriere, ecc. inserendo anche delle limitazioni fisiche all’accesso. Questo per escludere assolutamente che possano essere anche solo intese come attività di somministrazione o di vendita per il consumo sul posto. I prodotti venduti sono esclusivamente preconfezionati, acquistati da grossisti (esempio cioccolatini, biscotti, ecc.) o auto-prodotti (esempio colombe, uova pasquali, ecc.), mentre è esclusa la vendita di brioche, pasticcini, torte e similari. Questi ultimi prodotti possono rimanere esposti per visione, per poi essere consegnati a domicilio.

«Come APPE – dichiara Federica Luni, dirigente dell’Associazione e Presidente del Gruppo Pasticceri – abbiamo predisposto un cartello informativo, da esporre sia all’ingresso che all’interno dei locali, che informa i clienti che si possono acquistare solo i prodotti preconfezionati, non si effettua il servizio di somministrazione e si consiglia di ordinare i prodotti, consegnati gratuitamente a domicilio».

Aspetti commerciali che vanno a braccetto con iniziative di solidarietà: sono molte, infatti, le pasticcerie che hanno deciso di devolvere in beneficienza parte dei proventi derivanti dalla vendita di colombe e uova pasquali.

L’ottimismo di questo Gruppo dinamico, formato da tante pasticcerie storiche e nuove punta in alto.

Si parla di spoiler, ma… pare stiano mettendo a punto un dolce per una ricorrenza molto speciale: stiamo parlando del ritorno alla normalità, del giorno della liberazione dal Covid19 che… dovrà essere festeggiato alla grande!

In attesa di sapere cosa partoriranno, intanto una cosa è certa: a Pasqua saranno garantite le colombe di Pasticceria nelle tavole dei Padovani!



Condividi/stampa: