Nuova Ordinanza del Ministro della Salute: dal 17 agosto stop alle discoteche e mascherine anche all’aperto

Last modified date

Con Ordinanza del 16 agosto 2020, a firma del Ministro della Salute, Roberto Speranza, viene disposta la sospensione delle attività di ballo, anche all’aperto, che abbiano luogo in discoteche, sale da ballo e locali assimilati, così come in lidi, stabilimenti balneari, spiagge attrezzate, spiagge libere, spazi comuni delle strutture ricettive o in altri luoghi aperti al pubblico. Viene così superata l’Ordinanza regionale del Veneto, che consentiva la prosecuzione delle attività con capienza dimezzata.

Sempre con la medesima Ordinanza, il Ministro Speranza rende obbligatorio l’utilizzo delle mascherine con le seguenti indicazioni:

  • dalle ore 18 alle ore 6 (quindi dal tardo pomeriggio fino alla mattina successiva)
  • anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei locali aperti al pubblico (quindi, ad esempio, nei plateatici dei bar), nonché negli spazi aperti (ad esempio nelle piazze e vie) <<ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale>>.

Sicuramente il testo dell’Ordinanza, generico e quindi “interpretabile”, darà il via a una serie di sanzioni e ricorsi (ci si chiede, ad esempio, quando un raggruppamento di persone possa definirsi “assembramento occasionale”).

Altro punto dubbio è il sovrapporsi delle prescrizioni contenute nell’Ordinanza, con le linee guida allegate all’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (qui commentate), che consentono ai clienti di togliere la mascherina nel momento in cui sono seduti al tavolo di un pubblico esercizio.

Le nuove regole valgono fino al 7 settembre 2020.

Non appena ci dovessero essere i necessari chiarimenti, saranno prontamente forniti da APPE.



Condividi/stampa: