Green pass, chiarimenti su bambini e spostamenti

Last modified date

Com’è noto e come già comunicato, il possesso del “green pass” è obbligatorio per:

  • partecipare a determinati eventi e manifestazioni (tra cui le “feste conseguenti a cerimonie civili e religiose”)
  • spostarsi, in ambito nazionale, da regioni “bianche” a regioni “arancioni” o “rosse” (alla data odierna comunque tutta Italia è “zona bianca”)
  • spostarsi in ambito europeo.

Sono stati finalmente chiariti alcuni dubbi, circa l’obbligo del possesso del certificato verde da parte dei bambini. Si forniscono di seguito le informazioni avute direttamente dal Ministero:

  • i bambini fino a due anni d’età non devono avere il “green pass” in nessun caso
  • i bambini oltre i due anni d’età devono avere il “green pass” per partecipare a feste, eventi, cerimonie, ecc.
  • i bambini da due a sei anni d’età non devono avere il “green pass” per entrare in Italia da altri paesi europei (per lo spostamento dall’Italia a altri paesi si può consultare l’apposito sito della UE, in quanto ogni Stato ha regole proprie).

In caso di festa (ad esempio festa di nozze), pertanto, i bambini sotto i due anni d’età non dovranno essere in possesso di certificato verde, mentre l’obbligo rimane per i bambini sopra i due anni.

Le verifiche

Si ricorda inoltre che il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 17 giugno (che ha introdotto l’obbligo di verifica del green pass da parte degli esercenti) prevede la possibilità di delegare la suddetta verifica anche a terzi: nulla vieta, pertanto, che l’esercente deleghi direttamente il festeggiato a compiere le operazioni di controllo. A tal fine, APPE ha predisposto un apposito modello di delega.

Maggiori informazioni

Per richiedere maggiori informazioni è sufficiente contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it)



Condividi/stampa:

Lascia un commento