Esercenti che chiedono il Green Pass penalizzati da recensioni negative



In breve

APPE e FIPE collaborano con TripAdvisor per tentare di minimizzare le ritorsioni Il fenomeno, molto diffuso anche in Francia, sta creando imbarazzo, scompiglio e rabbia tra gli operatori di pubblico esercizio: gli esercenti, che hanno già pesantemente subìto tutte le...

...

APPE e FIPE collaborano con TripAdvisor per tentare di minimizzare le ritorsioni

Il fenomeno, molto diffuso anche in Francia, sta creando imbarazzo, scompiglio e rabbia tra gli operatori di pubblico esercizio: gli esercenti, che hanno già pesantemente subìto tutte le restrizioni imposte dal Governo per cercare di frenare i contagi da Covid-19, si sono ritrovati ad affrontare una nuova “minaccia”, quella costituita dalle recensioni negative postate sui social dalle persone che, non potendo consumare sedute all’interno nei locali perché viene negato loro l’accesso in quanto sprovviste di green pass dal 6 agosto, si vendicano con commenti al vetriolo che danneggiano la web-reputation dell’esercente, trascinando rovinosamente l’azienda nelle posizioni basse delle graduatorie di merito.

APPE e FIPE, nel biasimare questo deprecabile boicottaggio, si sono immediatamente attivate nei riguardi di TripAdvisor portando all’attenzione il deplorevole fenomeno che, peraltro, è assai diffuso in Francia.

TripAdvisor ha dato tempestivo riscontro alle segnalazioni di APPE e FIPE ed ha manifestato la più ampia disponibilità a collaborare, comunicando che sono state già rimosse numerose recensioni negative dai profili delle attività, mentre nei casi più complicati sono stati “congelati” momentaneamente i profili stessi.

APPE invita tutti gli associati che si dovessero trovare “sotto attacco” a segnalarlo prontamente alla Segreteria inviando un’email a appe@appe.pd.it, l’Associazione si adopererà per segnalare la problematica a TripAdvisor chiedendo un contestuale rapido intervento al fine di depotenziare gli effetti di tale pratica “vigliacca”.



Condividi/stampa: