DPCM 18 ottobre, primi chiarimenti sulle “feste”



Last modified date

In breve

A seguito della pubblicazione dell’ultimo DPCM, avvenuta lo scorso 18 ottobre, l’APPE ha inviato in Prefettura una lettera con richiesta di chiarimenti e delucidazioni su alcuni aspetti dubbi, tra cui la definizione di “festa” e l’applicazione del relativo divieto ai...

...

A seguito della pubblicazione dell’ultimo DPCM, avvenuta lo scorso 18 ottobre, l’APPE ha inviato in Prefettura una lettera con richiesta di chiarimenti e delucidazioni su alcuni aspetti dubbi, tra cui la definizione di “festa” e l’applicazione del relativo divieto ai pubblici esercizi.

Da contatti avuti con il Comune di Padova, che ha interloquito con Prefettura e Questura proprio su questi argomenti, è stato chiarito che per “festa” si deve intendere l’approntamento di un “sistema” organizzato di attrezzature, eventi, iniziative e quant’altro, che configuri un determinato momento quale “occasione di festeggiamento”.

Così, ad esempio, potrebbe intendersi come “festa”, organizzata all’interno di un locale, la celebrazione di un evento con musica, allestimento di un palco, disposizione dei tavoli a “ferro di cavallo” o con “tavolo reale”, intrattenimento e simili attività.

Diverso è il servizio di somministrazione, organizzato anche in occasione di eventi quali nozze, laurea, compleanno, che non si configuri come “evento” ma sia riconducibile alla normale attività di ristorazione.

Così, ad esempio, si potrebbe organizzare un banchetto di nozze con tutta una serie di tavoli separati (ovviamente con massimo 6 persone per tavolo), superando anche il limite di 30 persone imposto dall’ultimo DPCM, ma senza “festeggiamento” (quindi senza orchestra, ma solo musica di sottofondo, senza intrattenimento e senza alcun tipo di iniziativa collaterale che possa favorire l’assembramento di persone).

Lo stesso banchetto di nozze, organizzato invece con elementi che lo facciano intendere come “festeggiamento”, deve limitarsi a 30 commensali (tale ultima possibilità è consentita in caso di feste collegate a cerimonie civili o religiose: matrimoni, unioni civili, battesimi, cresime, comunioni).

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it)



Condividi/stampa:

1 Response