Credito d’imposta mascherine: determinata la percentuale da utilizzare

Data ultima modifica

Come già comunicato, l’Agenzia delle Entrate avrebbe dovuto stabilire, entro l’11 settembre 2020, la percentuale utilizzabile come “credito d’imposta” delle spese sostenute in sanificazione (acquisto di materiali e lavoro svolto) e dispositivi di protezione (mascherine, guanti, ecc.), tenendo in considerazione l’ammontare delle richieste pervenute dalle imprese e la somma totale stanziata dal Governo, pari a 200 milioni a livello nazionale.

Con Provvedimento del 11/09/2020, il Direttore dell’Agenzia ha stabilito che tale percentuale è pari al 15,6423% di quanto comunicato.

Pertanto, se un’impresa ha speso, ad esempio, 1.000 euro per acquistare prodotti di sanificazione, mascherine, nonché lavoro (anche da parte di propri dipendenti), e ha pertanto richiesto un credito d’imposta di 600 euro, può ora “recuperarne” 93,85 (pari appunto al 15,6423% del 60%) sotto forma di credito d’imposta, da utilizzare in compensazione attraverso modello F24.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il proprio consulente fiscale o, per chi è assistito da APPE nella tenuta della contabilità, l’ufficio contabilità dell’Associazione.



Condividi/stampa: