Corona Virus, modulistica e procedura per la Cassa Integrazione in deroga (pubblici esercizi)

Last modified date

Come già comunicato, è stato recentemente sottoscritto l’accordo-quadro per la concessione della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) alle imprese che occupano fino a 5 dipendenti e, in caso di rifiuto di accettazione del FIS (Fondo Integrazione Salariale) da parte dell’INPS, anche per le imprese che occupano da 6 a 14 dipendenti.

Per quanto riguarda le aziende che applicano il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) del settore turismo-pubblici esercizi, sono stati anche predisposti i relativi moduli per l’avvio della procedura e per la sottoscrizione del previsto accordo sindacale con procedure semplificate.
L’iter da seguire per l’attivazione della richiesta di Cassa in deroga è il seguente:

  1. le aziende trasmettono la lettera di avvio procedura ai sindacati dei lavoratori, con PEC da inviarsi all’Ente Bilaterale del Turismo di Padova (ebturismopadovaterme@legalmail.it);
  2. l’Ente Bilaterale risponderà, trasmettendo all’azienda il fac-simile di accordo sindacale firmato a livello regionale, che il titolare dell’azienda dovrà compilare e firmare, re-inviandolo a sua volta all’Ente Bilaterale (in questa fase, è meglio farsi assistere dal proprio consulente paghe o dall’APPE);
  3. l’Ente Bilaterale, infine, trasmetterà all’azienda l’accordo sottoscritto dai sindacati e dall’associazione di categoria. Tale accordo sarà necessario per poter attivare la richiesta di Cassa in deroga tramite l’apposito portale che sarà a giorni messo a disposizione della Regione Veneto.

Si ricorda che la procedura sopra indicata vale per le imprese che applicano integralmente il CCNL turismo-pubblici esercizi, compresi i versamenti all’Ente Bilaterale. Per tutte le altre imprese, si consiglia di contattare il proprio consulente in ambito paghe.



Condividi/stampa: