Corona Virus, chiusura delle attività commerciali e dei pubblici esercizi, con alcune deroghe tipo la consegna a domicilio

Last modified date

Con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo, entrato in vigore oggi 12 marzo (con effetti fino al 25 marzo),  è stata disposta la sospensione della generalità delle imprese commerciali e dei pubblici esercizi, salvo alcune deroghe tassativamente elencate nell’allegato 1 (vedi sotto).

Per quanto riguarda i pubblici esercizi, che nel decreto vengono indicati come “servizi di ristorazione” (la definizione dovrebbe ricomprendere anche le attività artigianali del settore alimentare, come le pizzerie al taglio, le gastronomie, le gelaterie e le pasticcerie), è disposta la sospensione delle attività fino a mercoledì 25 marzo (compreso). Restano escluse dalla sospensione le “mense” (da chiarire se si intendano solo le mense aziendali o le “tavole calde” in senso ampio) e il servizio di “catering continuativo su base contrattuale”.

Per tutte le attività di ristorazione (compresi bar, pub, pizzerie, ecc.) viene data la facoltà di effettuare la consegna a domicilio dei propri prodotti, nel rispetto delle normative igienico-sanitarie.

Restano da chiarire alcuni aspetti molto importanti, tra cui ad esempio:

  • un bar con tabaccheria può sospendere l’attività di bar e proseguire con la vendita dei tabacchi?
  • un esercente può sospendere l’attività e, nel frattempo, fare dei lavori di sistemazione interna (tinteggiature, ecc.)?
  • un’attività artigianale o un pubblico esercizio con annessa attività commerciale (come ad esempio rivendita di giornali) può proseguire con la sola attività commerciale?

Sono alcuni dei quesiti che APPE ha inoltrato alle Autorità, per poter ottenere le necessarie informazioni, che non appena disponibili saranno rese note tramite i consueti canali informativi.

 

Allegato 1

COMMERCIO AL DETTAGLIO

Ipermercati
Supermercati
Discount di alimentari
Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione
Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
Farmacie
Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di
medicinali non soggetti a prescrizione medica
Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l’igiene personale
Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici



Condividi/stampa: