Controlli dei NAS nei pubblici esercizi, attenzione alle regole



In breve

È stata recentemente data notizia dalla stampa locale che, in queste settimane, saranno intensificati i controlli operati dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanita (NAS) dei Carabinieri, sia a Padova che in provincia, verso le attività di somministrazione di alimenti e bevande....

...

È stata recentemente data notizia dalla stampa locale che, in queste settimane, saranno intensificati i controlli operati dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanita (NAS) dei Carabinieri, sia a Padova che in provincia, verso le attività di somministrazione di alimenti e bevande.

L’attenzione ovviamente è puntata soprattutto sul rispetto delle normative anti-Covid, sia dal punto di vista “operativo” (distanziamento, verifica Green Pass, ecc.) che da punto di vista amministrativo (presenza di cartellonistica, protocollo anti-Covid, ecc.).

Tuttavia, si ritiene utile riportare una sintesi (*) di quelli che sono gli adempimenti da rispettare, in campo igienico-sanitario e di sicurezza, in modo da evitare di incappare in possibili sanzioni, in caso di controlli:

  • presenza di tutti i cartelli obbligatori (listini, orari, fumo, alcolici ai minori, estratto del TULPS, ecc.);
  • presenza di piano di autocontrollo igienico-sanitario (HACCP) aggiornato, con (se prevista) registrazione delle temperature dei frigoriferi;
  • presenza (in sala) di olio extra vergine di oliva in confezioni monodose o in bottiglie con tappo anti-rabbocco;
  • presenza degli attestati di formazione in materia igienico-sanitaria (corso HACCP) e di sicurezza nei luoghi di lavoro (formazione RSPP, formazione dei lavoratori, formazione addetti anti-incendio e primo soccorso);
  • presenza del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR);
  • presenza del registro degli allergeni per i prodotti somministrati (o indicazione sul menù) e del registro degli ingredienti per i prodotti venduti per asporto;
  • presenza e revisione periodica degli estintori;
  • segnalazione delle eventuali telecamere con relativa autorizzazione della Direzione Provinciale del Lavoro.

Ovviamente valgono le normali considerazioni circa lo stato di igiene, pulizia e ordine dei magazzini, servizi igienici e locali di produzione e stoccaggio dei prodotti, così come l’utilizzo di prodotti salubri, non scaduti o deteriorati.

Per maggiori informazioni circa l’eventuale partecipazione a corsi di formazione in materia igienico-sanitaria o di sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché per la redazione/aggiornamento dei piani HACCP o DVR, è possibile contattare la Segreteria dell’Associazione (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it).

(*) l’elenco completo dei documenti/cartelli e degli adempimenti varia in base alla tipologia di attività e di servizio proposto.



Condividi/stampa: