Comunicazione obbligatoria per cantanti e dj nei pubblici esercizi

Con nota n. 1311/2020 il Ministero del Lavoro e l’Ispettorato Nazionale del Lavoro hanno fornito chiarimenti in merito alle comunicazioni relative all’utilizzo di prestazioni lavorative rese in modalità intermittente da parte di lavoratori dello spettacolo.

In particolare, a seguito del venir meno dell’obbligo di richiedere il certificato di agibilità di cui all’art. 10, D.Lgs. n. 708/1947, nel settore dello spettacolo l’obbligo di comunicazione della chiamata del lavoratore intermittente prima dell’inizio della prestazione non può più essere assolto mediante la richiesta del predetto certificato ma dovranno essere seguite le modalità di trasmissione previste per la generalità dei datori di lavoro attraverso il modello UNI-Intermittente.

La mancata comunicazione espone l’esercente a sanzioni comprese tra 400 e 2.400 euro a lavoratore.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’ufficio amministrazione del personale dell’APPE (tel. 0497817233 – email paghe@appeservice.it)



Condividi/stampa: