Servizio di mensa commerciale, consentita la “sala unica” con separazioni mobili

È noto che, con ordinanza n. 46 del 4 maggio 2020, è stata introdotta la possibilità, nella nostra Regione, di svolgere il servizio di mensa contrattuale, da parte dei pubblici esercizi, nei confronti dei dipendenti di aziende, previa stipulazione di apposito contratto (vedi notizia precedentemente pubblicata).

Ora, con documento datato 8 maggio 2020, viene data risposta a uno dei quesiti che APPE e FIPE Veneto avevano inoltrato alla Regione: con la suddetta circolare, si chiarisce che le “sale separate”, dedicate alle singole aziende, possono essere predisposte anche con “separazione mobile” e la previsione di una “idonea segnaletica e controllo”, al fine di evitare una commistione di personale di aziende diverse.

Analoga risposta è stata pubblicata anche nella sezione “faq” della Regione Veneto, dove si scrive:

<<L’ordinanza parla di collocazione in sale separate in caso di presenza contemporanea del personale di più imprese. La previsione è senz’altro compatibile con una separazione tra gruppi di addetti di diverse imprese attuata con elementi che, seppure mobili, contrassegnino in modo inequivoco ed efficace, i distinti e separati spazi occupati dalle maestranze delle diverse ditte. Non è quindi necessario che i dipendenti di diverse imprese siano collocate in stanze separate con elementi murari>>.

Questi chiarimenti sicuramente potranno essere utili a quegli esercizi che, avendo sale di dimensioni rilevanti, possono ora ospitare contemporaneamente i dipendenti di più aziende, rispettando le regole sopra riportate.

Restano da chiarire anche altri punti (come, ad esempio, se il servizio possa essere svolto in spazi esterni): non appena arriveranno le risposte da parte delle strutture regionali, saranno prontamente pubblicate sul sito.



Condividi/stampa: