Nuovo decreto legge: green pass rafforzato anche per il consumo al banco



Last modified date

In breve

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione di giovedì 23 dicembre, ha approvato un nuovo decreto legge, in via di pubblicazione di Gazzetta Ufficiale, che introduce ulteriori obblighi e limitazioni, con la finalità di contrastare la diffusione del Covid-19 e, in...


Il Consiglio dei Ministri, nella riunione di giovedì 23 dicembre, ha approvato un nuovo decreto legge, in via di pubblicazione di Gazzetta Ufficiale, che introduce ulteriori obblighi e limitazioni, con la finalità di contrastare la diffusione del Covid-19 e, in particolare, la sua variante “Omicron”.

In attesa della pubblicazione del testo ufficiale, sul quale si potranno fornire informazioni più specifiche e dettagliate, si riassumono di seguito le principali novità che saranno introdotte, con particolare riferimento alle attività di somministrazione di alimenti e bevande.

Green Pass

Dal 1° febbraio 2022 la durata del green pass vaccinale è ridotta da 9 a 6 mesi.  Inoltre, con ordinanza del Ministro della salute, il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Mascherine

  • obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto e anche in zona bianca;
  • obbligo di indossare le mascherine di tipo FFP2 in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati) e per gli eventi e le competizioni sportivi che si svolgono al chiuso o all’aperto. In tutti questi casi è vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso;
  • obbligo di indossare le mascherine di tipo FFP2 sui tutti i mezzi di trasporto.

Ristoranti e locali al chiuso (compresi bar e assimilati)

Fino alla cessazione dello stato di emergenza (attualmente fissata al 31 marzo 2022), si prevede l’estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato alla ristorazione per il consumo anche al banco. Quindi, anche per il caffè al bancone sarà necessario verificare che il cliente abbia il Super Green Pass. Resterebbero escluse dall’obbligo del green pass (sia “base” che “rafforzato”) solo le attività di somministrazione in area esterna (anche da seduti) e di vendita per asporto.

Eventi, feste, discoteche

Si stabilisce che fino al 31 gennaio 2022:

  • sono vietati gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto;
  • saranno chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati.

Attenzione: la norma pare interpretarsi come un divieto generalizzato di ballo, anche se organizzato nell’ambito di attività diverse dai locali da intrattenimento (esempio: ristorante che per il veglione di capodanno organizza una serata danzante). Ci si riserva comunque di tornare sull’argomento non appena ci saranno informazioni più precise.

Estensione del Green Pass rafforzato

Estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato a:

  • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
  • musei e mostre;
  • al chiuso per i centri benessere;
  • centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia);
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Green pass rafforzato e luoghi di lavoro

Non dovrebbero essere state approvate disposizioni, anticipate nei giorni scorsi da diversi media, che riguardano l’obbligo di possesso di green pass rafforzato per poter svolgere le attività lavorative, così come non sono stati introdotti ulteriori obblighi vaccinali, rispetto a quelli già esistenti.

Entrata in vigore

Le norme sopra richiamate dovrebbero entrare tutte in vigore a partire dalla data di pubblicazione del decreto legge, che presumibilmente avverrà nei prossimi giorni.

Ulteriori informazioni

Ulteriori e più approfondite informazioni saranno fornite quando sarà pubblicato il testo del decreto legge.



Condividi/stampa: