Importanti novità dalla legge di conversione del Decreto “Green Pass”



Last modified date

In breve

Aggiornamento: la legge n. 165/2021 di conversione del decreto legge n. 127/2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 20/11/2021 e pertanto le indicazioni sotto riportate sono già operative. APPE darà quanto prima le indicazioni pratiche sulle nuove modalità di...

...

Aggiornamento: la legge n. 165/2021 di conversione del decreto legge n. 127/2021 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 20/11/2021 e pertanto le indicazioni sotto riportate sono già operative. APPE darà quanto prima le indicazioni pratiche sulle nuove modalità di verifica del Green Pass.

In breve

Con la conversione in legge del Decreto Legge n. 127/2021, votata in questi giorni in Parlamento, vengono introdotte alcune importanti semplificazioni sulla gestione dell’obbligo di possesso di Green Pass per lo svolgimento delle attività lavorative.

Verifiche sul green pass

Viene semplificata l’attività di verifica del possesso del certificato verde da parte dei lavoratori.
I lavoratori del settore privato (ma regola simile è prevista anche per il settore pubblico) possono richiedere di consegnare al proprio datore di lavoro copia della propria certificazione verde. I lavoratori che consegnano la certificazione, per tutta la durata della relativa validità, sono esonerati dai controlli da parte dei rispettivi datori di lavoro. Questo semplifica il controllo soprattutto nelle piccole realtà che, esclusivamente a questo fine, potranno evitare ulteriori verifiche per tutta la durata di validità del green-pass.
Attenzione: questa semplificazione vale solo nei confronti dei lavoratori, mentre rimangono valide le consuete regole per i controlli nei confronti dei clienti che consumano al tavolo all’interno dei locali.

Sostituzione del lavoratore nei datori di lavoro con meno di 15 dipendenti

La legge di conversione chiarisce che i 10 giorni durante i quali i datori di lavoro che occupano fino a quindici dipendenti possono sostituire il lavoratore sospeso (perché privo di certificato verde) sono giorni lavorativi e la sostituzione è rinnovabile più volte fino al 31 dicembre 2021, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del posto di lavoro per il lavoratore sospeso.

Scadenza del green pass in corso di prestazione lavorativa

Viene recepita nel testo di legge quella che era una interpretazione di prassi: per i lavoratori la scadenza della validità della certificazione verde in corso di prestazione lavorativa non dà luogo alle sanzioni. In questo caso la permanenza del lavoratore sul luogo di lavoro è consentita esclusivamente per il tempo necessario a portare a termine il turno di lavoro.



Condividi/stampa:

1 Response