Decreto “Natale”, chiarimenti su asporto e delivery

Last modified date

A seguito della pubblicazione del decreto “Natale” di cui si è già data notizia, giungono in Associazione molte richieste di chiarimenti su ciò che è consentito e vietato fare da parte dei pubblici esercizi. Si ritiene pertanto utile pubblicare uno schema riassuntivo.

Somministrazione al tavolo e al banco

È sempre vietata dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021.

Vendita per asporto

È consentita, fino al 15 gennaio 2021, soltanto nell’orario 5-22 (è l’orario in cui non vige il “coprifuoco” e, pertanto, le persone possono liberamente recarsi ad acquistare i prodotti alimentari) per asporto.
In questo periodo, ci si può spostare nell’ambito del proprio comune di residenza o domicilio (con apposita autocertificazione che sancisca la “necessità” di acquisire gli alimenti).
Non è chiaro se, nel periodo dal 24 dicembre al 6 gennaio, ci si possa spostare da altri comuni per recarsi al ristorante, pasticceria, pizzeria, gastronomia, ecc. per acquistare le pietanze per asporto: non appena ci saranno chiarimenti si potrà essere più precisi sul tema.

Regole generali

  • Possono essere venduti per asporto tutti i prodotti alimentari, comprendendo quindi anche i caffè, cappuccini, ecc. purché in recipienti chiusi.
  • Il consumo dei prodotti acquistati deve avvenire lontano dall’esercizio, evitando assembramenti.
  • I clienti possono entrare nell’esercizio, ma soltanto per il tempo necessario a scegliere, prelevare e pagare i prodotti.
Consegna a domicilio

È sempre consentita, 24 ore su 24, anche al di fuori del comune sede dell’attività. È necessario munirsi di autocertificazione (spostamento motivato da esigenze di lavoro) e, per agevolare i controlli, dell’apposito cartello da esporre sul cruscotto dell’auto.

Portale APPE

Si ricorda che, per promuovere le attività che decidono di rimanere aperte con il servizio di vendita per asporto o consegna a domicilio, APPE mette a disposizione gratuitamente il portale www.gustareacasa.it, dove si possono indicare le attività svolte (il portale è anche pubblicizzato nei mezzi di comunicazione).



Condividi/stampa: