Corrispettivi telematici, entro il 31 dicembre occorre passare al “tracciato 7.0”



In breve

Con un provvedimento di fine 2019, l’Agenzia delle Entrate aveva aggiornato le specifiche tecniche del “tracciato” elaborato dai registratori telematici, prevedendo l’introduzione di nuove informazioni, per una più completa e corretta elaborazione dei dati (ad esempio, i corrispettivi non riscossi...

...

Con un provvedimento di fine 2019, l’Agenzia delle Entrate aveva aggiornato le specifiche tecniche del “tracciato” elaborato dai registratori telematici, prevedendo l’introduzione di nuove informazioni, per una più completa e corretta elaborazione dei dati (ad esempio, i corrispettivi non riscossi non si sommano al totale giornaliero dei corrispettivi), nonché la gestione della cosiddetta “Lotteria degli scontrini”.

Il termine per l’adeguamento dei registratori al nuovo tracciato è stato spostato al 31 dicembre 2021 (la scadenza originaria del 1° luglio 2020 è stata più volte rinviata, a causa delle difficoltà legate alla pandemia).

Si invitano pertanto gli esercenti a verificare se il proprio registratore abbia già l’aggiornamento al nuovo “tracciato”, al fine di evitare l’impossibilità di inviare i corrispettivi a partire dal prossimo 1° gennaio.

Per qualsiasi informazione è sufficiente contattare l’ufficio contabilità di APPE (tel. 049.7817244 – email info@appeservice.it).



Condividi/stampa: