Corona virus, APPE scrive ai 102 Comuni della provincia di Padova

Ben consapevoli del disastroso impatto sui bilanci dei pubblici esercizi padovani, il Presidente ed il Segretario di APPE hanno scritto una lettera ai 102 Comuni della provincia di Padova, chiedendo, inizialmente, la sospensione dei termini di pagamento dei tributi comunali e, con una seconda comunicazione, l’annullamento della quota-parte di tributi relativa al periodo in cui i locali sono rimasti chiusi per decreto governativo.

Così, ad esempio, se un locale rimane chiuso dal 12 al 25 marzo, questo periodo di 14 giorni non dovrebbe essere conteggiato relativamente ai pagamenti di asporto rifiuti, occupazione suolo pubblico e altri tributi comunali.

D’altra parte, durante i giorni di chiusura certamente non si producono rifiuti, né si occupa il suolo pubblico per svolgere il servizio di somministrazione di alimenti e bevande.

L’adesione, da parte dei Comuni, alla richiesta dell’Associazione sarebbe un segnale  di vicinanza e condivisione delle difficoltà che le imprese stanno affrontando in questo difficile momento.

Scarica le lettere inviate da APPE



Condividi/stampa: