Contributi a fondo perduto per le imprese giovanili

La Giunta Regionale del Veneto ha deliberato uno stanziamento iniziale di 1,5 milioni di euro, al quale si aggiungerà un secondo stanziamento di 1,15 milioni, al fine di promuovere e sostenere le imprese cosiddette “giovanili” nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi (sono compresi anche i pubblici esercizi quali bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie, ecc.).

L’impresa richiedente, per poter essere considerata “giovanile”, deve possedere i seguenti requisiti:

  • imprese individuali i cui titolari siano persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni;
  • società e cooperative i cui soci siano per almeno il 60% persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni, ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Tali requisiti devono sussistere alla data del 29 febbraio 2020.

Al momento di presentazione della domanda l’impresa deve:

  • essere iscritta al Registro Imprese, anche come «inattiva» entro il 29/02/2020;
  • avere unità operativa in cui realizza l’intervento in Veneto, con attività economica classificata con codice ISTAT ATECO 2007 primario e/o secondario nei settori previsti;
  • essere in regolarità previdenziale, assistenziale e assicurativa;
  • non essere in liquidazione o fallimento.

Sono ammissibili i progetti:

  • di supporto all’avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali;
  • di rinnovo e ampliamento dell’attività esistente.

Sono ammissibili le spese, sostenute e pagate dal 01/01/2020 al 10/12/2020, relative all’acquisto di beni e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

  1. macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature nuovi di fabbrica;
  2. arredi nuovi di fabbrica (limite massimo 20.000 euro);
  3. negozi mobili;
  4. mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle autovetture (limite massimo 20.000 euro);
  5. notarili, relative all’onorario, per la costituzione di società;
  6. programmi informatici (limite massimo 10.000 euro).

L’agevolazione consiste nell’erogazione di un contributo a fondo perduto pari al 30% della spesa ammissibile, con i seguenti limiti:

  • spesa minima pari a 30.000 euro (contributo di 9.000 euro)
  • spesa massima pari o superiore a 170.000 euro (contributo di 51.000 euro).

La domanda va presentata telematicamente dalle ore 10 di martedì 10/03/2020 e lo “sportello” sarà aperto solo fino alle ore 17 del giorno successivo. Per la redazione della graduatoria farà fede esclusivamente l’ordine cronologico di ricezione delle domande. La graduatoria definitiva sarà pubblicata entro il 10/06/2020.

Il progetto dovrà essere concluso entro il 10/12/2020 e la rendicontazione va effettuata entro il 17/12/2020.

 

L’APPE è a disposizione degli associati per fornire le informazioni di dettaglio e per l’assistenza nella compilazione della pratica: per maggiori informazioni è sufficiente contattare la Segreteria dell’Associazione al tel. 0497817222 – email appe@appe.pd.it

Per maggiori informazioni scarica il bando

Consulta l’elenco dei codici ATECO ammessi a contributo



Condividi/stampa: