Comune di Monselice, rigorosa ordinanza “anti-alcol”

Il Sindaco del Comune di Monselice, al fine di garantire «la pubblica incolumità» e rilevando che la riapertura dei pubblici esercizi ha prodotto «rilevanti fenomeni di assembramento», ha emanato un’ordinanza urgente, valida (si presume) fin da oggi 25 settembre 2020 e fino a mercoledì 14 ottobre 2020 (compreso).

Tale ordinanza prescrive che, nel solo centro storico comunale:

  • è vietato vendere per asporto qualsiasi genere di bevanda (alcolica e non) in recipienti di vetro, dalle ore 18 alle ore 6 del giorno successivo;
  • è vietato consumare bevande alcoliche dalle ore 20 e fino alla chiusura degli esercizi pubblici in area pubblica, con l’unica eccezione per il servizio ai clienti seduti ai tavoli dei plateatici;
  • è sempre vietato (24h/24) il consumo e/o la disponibilità di bevande in area pubblica (compresi piazze, giardini, ecc.), se le stesse sono in recipienti di vetro.

Vi sono quindi aspetti che riguardano gli esercenti (divieto di vendita per asporto; l’obbligo di somministrare solo ai clienti seduti) e aspetti che riguardano i consumatori/cittadini (divieto di consumo con recipienti di vetro in area pubblica).

Le sanzioni a carico degli esercenti comportano, oltre al pagamento di una multa, anche la pena accessoria della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it)



Condividi/stampa: