Rientro al lavoro dopo il Covid: le indicazioni del Ministero

Last modified date

Il Ministero della Salute ha recentemente pubblicato una Circolare contenente indicazioni per la riammissione in servizio dei lavoratori, dopo un’assenza per Covid-19.

In particolare, il Ministero distingue tra:

  • lavoratori positivi con sintomi gravi e ricovero, che devono essere sottoposti a visita da parte del medico del lavoro prima del rientro in servizio
  • lavoratori positivi sintomatici, ma non gravi, che possono rientrare al lavoro dopo un test molecolare negativo eseguito dopo almeno 3 giorni in assenza di sintomi
  • lavoratori positivi asintomatici, che possono rientrare al lavoro dopo un test molecolare negativo, eseguito almeno 10 giorni dopo la conoscenza della positività
  • lavoratori positivi a lungo termine, che dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi possono interrompere l’isolamento, ma per tornare al lavoro dovranno avere un tampone negativo (molecolare o antigenico/rapido)
  • lavoratori contatti stretti di positivi, che saranno adibiti a modalità di lavoro “agile” o, in caso di impossibilità, in malattia e che, per la riammissione al lavoro, dovranno avere un tampone (molecolare o antigenico/rapido) negativo eseguito dopo almeno 10 giorni dall’ultimo contatto con il caso positivo.

Per maggiori dettagli, si rinvia al testo della Circolare ministeriale del 12 aprile 2021.

Sul tema della gestione del personale dipendente durante la pandemia, la FIPE ha predisposto specifiche linee-guida.



Condividi/stampa: