Il “Passaporto delle radici” valorizza le attività aderenti



In breve

Nel quadro del progetto PNRR “Turismo delle Radici”, attuato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è prevista la creazione del cosiddetto “Passaporto delle Radici”: una sorta di carta dei servizi digitale che permetterà di ottenere sconti, agevolazioni e servizi erogati da aziende, strutture ed enti che aderiranno.

...

A cosa serve?
A incentivare ogni italo-discendente alla fruizione di servizi turistici in Italia e a facilitare la sua scelta durante i viaggi delle radici.

In quali regioni sarà attivato?
In tutte le regioni italiane.

Chi potrà ottenerlo?
Chiunque abbia intenzione di partecipare a un viaggio delle radici in Italia e ne faccia richiesta attraverso il portale che sarà dedicato al turismo delle radici, accessibile anche dal sito www.italia.it. Avere il “passaporto digitale” consentirà al possessore di ottenere sconti, agevolazioni e servizi aggiuntivi.

Come si ottiene il Passaporto delle Radici?
Il Passaporto è previsto in formato elettronico e verrà concesso gratuitamente dietro compilazione di breve form on line.

Quali aziende e strutture possono aderire?
Tutte le aziende, gli enti, le strutture pubbliche o private che forniscono servizi o/e beni collegati al turismo e ai viaggi delle radici e aderiscono ai suoi valori.

A chi si rivolge e a quali principi si ispira il Passaporto delle Radici?
Il Passaporto si rivolge principalmente a italo-discendenti e persone che affrontano un “viaggio delle radici”. L’accesso ai servizi offerti è aperto a chiunque condivida i valori dell’incontro, dell’accoglienza e della valorizzazione del territorio nelle dimensioni economica, sociale, ambientale e culturale.

In quali ambiti sarà operativo il passaporto?
A titolo indicativo: ricettività turistica; guida e accompagnamento; cultura e intrattenimento; servizi culturali; ristorazione; enogastronomia; commercio; artigianato; trasporti; educazione e formazione; mediazione culturale.

Come fare ad aderire?
In questa fase le strutture possono manifestare il loro interesse scrivendo una mail all’indirizzo turismoradiciveneto@gmail.com indicando nome e dati aziendali, ambito di riferimento e nome del referente per successivo contatto, con relativa e-mail e telefono.

Quali sono i benefici per le strutture aderenti?
Maggiore visibilità nei confronti dei turisti delle radici attraverso la presenza della struttura nella lista delle strutture selezionate e attraverso l’esposizione fisica di una targhetta identificativa all’ingresso della struttura.

Come saranno veicolate le informazioni relative al passaporto delle radici?
Attraverso una piattaforma collegata al portale ufficiale del turismo italiano www.italia.it



Condividi/stampa: