Decreto “Covid” del 7 ottobre, ecco le novità

Last modified date

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto Covid che proroga le disposizioni contenute nel Dpcm del 7 settembre aggiungendo però l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina. Nessun limite agli orari di apertura dei locali.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato mercoledì 7 ottobre un nuovo decreto-legge che:

  • proroga lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021;
  • proroga fino al 15 ottobre 2020 le disposizioni contenute nel DPCM del 7 settembre 2020.

Viene introdotto l’obbligo di portare sempre con sé la mascherina e indossarla:

  • sempre nei luoghi chiusi
  • all’aperto se in prossimità di altre persone non conviventi

con sanzione, in caso di inosservanza, da 400 a 1.000 euro.

Sono esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva; i bambini di età inferiore ai sei anni; i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

Attenzione: è prevista la deroga dall’obbligo di indossare la mascherina solo qualora sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi e sono fatte salve le regole previste dalle linee-guida dei vari settori (per cui, ad esempio, permane la possibilità di togliere la mascherina all’interno di un pubblico esercizio, quando sono seduti al tavolo o, se al banco, al momento della consumazione).

Resta il divieto di assembramento, che diventa più stringente perché ci saranno maggiori controlli nelle zone della movida, con l’intervento dei militari dell’esercito impegnati nell’operazione “Strade sicure”. Nessun limite agli orari di apertura dei locali, anche se le Regioni possono emanare ordinanza restrittive come, ad esempio, ha fatto il Governatore De Luca in Campania.

Resta inoltre vietato il ballo e permangono le precedenti regole sugli eventi, sportivi e non: massimo 200 persone al chiuso e mille all’aperto.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria dell’APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it)



Condividi/stampa: