Veneto “giallo” da lunedì 20 dicembre: per i pubblici esercizi non cambia nulla



In breve

Bar e ristoranti continuano ad essere luoghi sicuri grazie alla stretta osservanza delle regole anticovid «Il passaggio della Regione Veneto in zona “gialla” non comporta alcuna novità per i pubblici esercizi» questa la dichiarazione con cui il Segretario dell’Associazione Provinciale...


Bar e ristoranti continuano ad essere luoghi sicuri grazie alla stretta osservanza delle regole anticovid

«Il passaggio della Regione Veneto in zona “gialla” non comporta alcuna novità per i pubblici esercizi» questa la dichiarazione con cui il Segretario dell’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) di Padova, Filippo Segato, rassicura esercenti e consumatori.

Molti baristi, ristoratori, pizzaioli ed esercenti in genere, memori delle continue variazioni operative dei mesi scorsi, collegate ai cambiamenti di colore, temono che con il passaggio in giallo vengano meno determinate modalità di servizio.

«In realtà – specifica il Segretario – il meccanismo del “Super green pass” è stato adottato anche per azzerare le conseguenze delle variazioni di colore sulle attività di somministrazione».

Così, da lunedì prossimo, anche in giallo, i consumatori non dovranno cambiare abitudini e potranno continuare: a consumare in piedi al bancone, o in area esterna (in piedi o seduti) senza alcun green pass; aconsumare da seduti all’interno dei locali con green pass rafforzato.

«Tengo inoltre a sottolineare – precisa Segato – che con le nuove linee guida è scomparso il distanziamento tra persone sedute allo stesso tavolo, allentamento legato sempre al dispositivo del super green pass, che permetterà tra l’altro ai nuclei familiari, a gruppi di amici e comitive di festeggiare al ristorante in modo un po’ più “normale” durante le imminenti festività».

Proprio riguardo al periodo natalizio, l’APPE “lancia” un messaggio di tranquillità e invita i consumatori a recarsi serenamente nei pubblici esercizi.

«Ai clienti che hanno timore di recarsi al ristorante o in pizzeria – dichiara il Segretario – desidero far presente che tutte le persone che sono sedute al loro tavolo, al tavolo a fianco e negli altri tavoli della sala sono dotate di green pass “rafforzato” e, pertanto, sono vaccinate o guarite dal Covid. Pongo anche questa domanda: vi sentite più sicuri in un luogo dove i locali sono costantemente arieggiati, le posate e le attrezzature sanificate, i dipendenti dotati di mascherina e l’accesso è controllato, oppure siete più tranquilli in dimore private dove magari, complice l’ennesimo bicchiere, vengono allentate tutte le misure di salvaguardia e ci si lascia andare a baci ed abbracci potenzialmente molto pericolosi?».

«I numerosi controlli cui sono sottoposti, soprattutto in quest’ultimo periodo, i pubblici esercizi – conclude Segato – e le pochissime sanzioni elevate dalle forze dell’ordine testimoniano che i locali sono attività sicure, gestite in modo responsabile e che i consumatori possono frequentare con la massima tranquillità, nella certezza di festeggiare il Natale e le festività nel modo tradizionale che tutti apprezziamo».

APPE invita tutti ad osservare sempre scrupolosamente atteggiamenti consapevoli e responsabili, consci che sono proprio i comportamenti a fare la differenza nel bene e nel male, piuttosto che i luoghi in cui ci si incontra.



Condividi/stampa: