Protocollo aziendale per le attività di vendita per asporto e consegna a domicilio

Con l’avvio della possibilità di svolgere attività di vendita per asporto dei propri prodotti, molti esercenti chiedono informazioni circa le operazioni da compiere per poter svolgere in sicurezza e in regola il proprio lavoro.

Il Protocollo condiviso di regolamentazione per il contrasto della diffusione del “corona virus”, sottoscritto tra le parti sociali (associazioni di categoria e sindacati dei lavoratori) e allegato al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dello scorso 26 aprile, contiene delle linee-guida generali per l’adozione, da parte delle imprese, di procedure di sicurezza anti-contagio.

In pratica, il “protocollo nazionale” è la cornice entro la quale ogni singola azienda definisce un “protocollo aziendale” specifico e relativo alla tipologia di attività che viene svolta.

L’adozione di tale protocollo aziendale, che comprende aspetti relativi alla sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, è obbligatoria per poter lavorare in sicurezza ed è prevista dall’art. 2, sesto comma del DPCM 26 aprile 2020: «La mancata adozione dei protocolli che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza».

Volendo fornire un’informazione chiara e applicabile, l’APPE ha realizzato un “documento-base”, che può essere utilizzato dai pubblici esercizi che sono già aperti, svolgendo l’attività di consegna a domicilio o vendita per asporto dei propri prodotti.

Il documento va personalizzato, timbrandolo in alto a destra dove previsto, e fatto sottoscrivere dai lavoratori ove presenti in azienda.

Gli allegati (da pagina 5 a pagina 9) vanno così utilizzati

  • Allegato 1: da esporre all’ingresso, in sala e negli spogliatoi
  • Allegato 2: da esporre nella sala spogliatoi e in laboratorio/cucina
  • Allegato 3: da esporre nei bagni, sia dei clienti che degli addetti
  • Allegato 4: da far sottoscrivere da ogni singolo lavoratore
  • Allegato 5: da utilizzare per certificare le avvenute pulizie. In caso di messa a disposizione dei servizi igienici alla clientela, si suggerisce di predisporre una scheda ad uso esclusivo di tali servizi igienici, da sanificare più volte durante il giorno, sulla base della frequenza di utilizzo e con particolare attenzione alle superfici e oggetti che vengono toccati più di frequente (maniglie, interruttori, rubinetti, ecc.).

Attenzione: il documento è una versione semplificata di protocollo aziendale, che può essere sufficiente in questa fase “transitoria” dove sono attivi soltanto i servizi di consegna a domicilio e vendita per asporto. Nel momento in cui sarà consentito di svolgere il servizio di somministrazione al tavolo o al banco, si dovranno valutare ulteriori misure specifiche, relative alla gestione della clientela.

Scarica la “demo” del protocollo aziendale

Il documento è disponibile gratuitamente per gli associati APPE in regola con il versamento della quota associativa: per ottenere la copia priva delle sovrascritte è sufficiente inviare un’email a appe@appe.pd.it o chiamare la Segreteria dell’Associazione al tel. 049.7817222.



Condividi/stampa: