Pressing incessante di APPE-FIPE a CTS e Ministeri Salute, Agricoltura, Sviluppo economico a favore della categoria

APPE riassume di seguito, in forma sintetica, gli interventi che FIPE-Confcommercio ha intrapreso nelle ultime settimane, monitorando e sollecitando in queste ore la loro attuazione a sostegno delle imprese rappresentate.

 

INCONTRO CON COMITATO TECNICO SCIENTIFICO (CTS), MINISTERO DELLA SALUTE PER APERTURE SERALI

Sono state fermamente presentate, nel corso di un incontro con il CTS e l’istituto Superiore di Sanità, le ragioni per cui si chiede la possibilità per i pubblici esercizi di poter tornare ad operare anche in orario serale, nel pieno rispetto delle misure e dei protocolli a tutela della salute dei propri clienti. FIPE, pur nella complicata situazione politica che stiamo vivendo, sta in ogni caso interloquendo con il Governo dimissionario per trovare la possibilità volta all’adozione di un nuovo Dpcm in sostituzione di quello esistente.

 

INCONTRO CON MINISTRO SVILUPPO ECONOMICO PATUANELLI

FIPE ha sollecitato l’adozione del nuovo Decreto Ristori 5 che dovrebbe prevedere, nell’accogliere le richieste di FIPE stessa, un nuovo contributo a fondo perduto, calcolato sulla base delle perdite di fatturato dell’anno 2020 rispetto al fatturato dell’anno 2019.

 

FONDO FILIERA RISTORAZIONE

E’ stata inviata una nota e sono intercorsi colloqui con il Ministero dell’Agricoltura per sollecitare l’erogazione dei contributi a favore di coloro che nei mesi scorsi hanno presentato la domanda di contributo. Dalle informazioni informalmente date, l’erogazione potrebbe avere inizio dalla metà del mese di febbraio.

 

CONTRIBUTI REGIONE VENETO A RIDUZIONE DEL COSTO DEL LAVORO (Dgr 958/2020)

Confcommercio Veneto è in costante contatto con gli uffici di Veneto Lavoro per ottenere l’erogazione in tempi rapidi, entro febbraio, dei contributi a favore dei pubblici esercizi che avevano fatto domanda.

 

PROGETTI DI LEGGE IN TEMA DI AGRITURISMO

Confturismo Confcommercio Veneto, unitamente alle Federazioni Federalberghi e FIPE, ha presentato puntuali osservazioni ai Progetti di Legge della Regione Veneto, volti a modificare la Legge a disciplina dell’agriturismo e che introdurrebbero inaccettabili modifiche ai limiti ora vigenti (aumento da 30 a 60 dei posti letto e riduzione dal 65% al 50% della percentuale della materia prima di provenienza aziendale). Le osservazioni sono state presentate al Governatore Luca Zaia, al Presidente del Consiglio regionale Ciambetti, all’Assessore Caner ed ai Presidenti di Terza e Sesta Commissione, chiedendo di essere urgentemente auditi in consultazione.



Condividi/stampa: