POS e lotteria degli scontrini, novità dalla bozza di Decreto Fiscale

Last modified date

La Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha recentemente deliberato il testo del Decreto Fiscale collegato alla Legge di Stabilità per l’anno 2020. Il testo, che deve ora passare l’esame del Senato ed essere poi pubblicato, contiene, tra le altre, alcune novità di rilievo riguardanti il POS e la cosiddetta “lotteria degli scontrini”.

Lotteria degli scontrini
La “lotteria” slitta al 1° luglio 2020 e non ci saranno sanzioni per i commercianti che non si adeguano alle norme. Tuttavia, gli esercenti che non accettano il “codice lotteria” comunicato da parte dei clienti, potranno essere segnalati al portale lotteria per l’analisi del rischio evasione da parte dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di finanza.

POS
Vengono cancellate le previste sanzioni (pari a 30 euro più il 4% del valore della transazione) per i commercianti che non accettano i pagamenti elettronici. È invece ampliata la “forbice” delle commissioni per cui gli esercenti possono richiedere il rimborso del 30% sotto forma di credito d’imposta: oltre che per gli incassi con carta (di credito o di debito) sarà riconosciuto anche per le transazioni con smartphone.

Si ricorda che queste sono solo alcune delle novità che saranno introdotte dopo che anche il Senato avrà approvato il disegno di legge, per cui al momento sono solo ipotesi non confermate (anche per le note diatribe interne alle varie forze di maggioranza governativa).

Ulteriori aggiornamenti saranno pubblicati sul sito non appena disponibili.



Condividi/stampa: