Padova verso lo slittamento di TARI e COSAP: la decisione dovrà essere ratificata dal prossimo Consiglio comunale

Last modified date

La Giunta comunale di Padova, nella riunione del 3 marzo 2020, ha deliberato, su proposta dell’assessore alle attività produttive Antonio Bressa la proroga del versamento delle imposte comunali, alla luce della difficile situazione provocata dall’emergenza sanitaria collegata al coronavirus.

La decisione, per diventare pienamente operativa, dovrà essere approvata dal Consiglio comunale nella prossima seduta. Si tratta di una prima e concreta risposta alle preoccupazioni di tanti operatori economici e famiglie per le ricadute sulle attività produttive delle misure di contenimento del coronavirus.

«Per andare incontro alle esigenze dei cittadini e delle attività economiche della città in questa fase delicata abbiamo deciso – sottolinea Bressa – di sospendere il versamento delle imposte locali. La rata della TARI con scadenza 16 marzo avrà una nuova scadenza definita al 16 maggio. Per quanto riguarda invece la COSAP la rata del 30 aprile è rinviata invece al 30 giugno e quella del 31 luglio al 30 settembre. Quindi di fatto vengono sospese tutte le imposte locali a carico di cittadini e imprese padovane, così da dare ossigeno alle attività che hanno problemi di liquidità ed aiutare quei cittadini su cui dovessero ripercuotersi le difficoltà di questa fase. Un gesto importante che ha richiesto un serio approfondimento tecnico interno al Comune che anch’esso, come le aziende del territorio, potrà soffrire di minori introiti fiscali a causa dei riflessi economici del coronavirus. Ma ogni sforzo positivo è giusto metterlo in campo. Mi aspetto ora un voto di approvazione bipartisan in Consiglio Comunale in un momento in cui dobbiamo essere tutti uniti a sostegno della nostra città».



Condividi/stampa: