Il Prosecco DOC va servito solo in bottiglia

Il Consorzio di tutela della DOC Prosecco ha diramato una nota in cui informa di aver rilevato la pratica illegale, diffusa presso molti esercenti, di vendere come “Prosecco” vini in fusto.

La normativa sulla denominazione “Prosecco” stabilisce che esso può essere confezionato e commercializzato soltanto in bottiglia e, pertanto, la vendita come “Prosecco” di vini somministrati alla spina si configura come pratica lesiva della buona fede del consumatore finale e usurpazione della Denominazione di Origine Controllata (illecito che comporta una sanzione da 3.000 a 13.000 euro).

Il Consorzio informa inoltre che nelle prossime settimane saranno attivati dei controlli per verificare la corretta commercializzazione dei vini “Prosecco”.

Scarica la nota del Consorzio



Condividi/stampa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment