Il pagamento della SIAE slitta al 30 aprile 2021 grazie a FIPE che si impegna a negoziare anche la riduzione dei costi (pure quelli di SCF)

Last modified date

Su richiesta della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (FIPE), la SIAE ha concesso la proroga dal 28 febbraio al 30 aprile 2021 della scadenza dei termini di pagamento dei diritti d’autore per l’abbonamento per musica d’ambiente, in considerazione del prolungarsi dell’emergenza sanitaria e delle gravi incertezze che questa situazione genera sulla possibilità stessa per i pubblici esercizi di svolgere la loro normale attività.

FIPE, in costante contatto con la Direzione Generale della SIAE (che in data 20 novembre 2020 aveva informato che le tariffe per musica d’ambiente per l’anno 2021 non avrebbero subito incrementi in base agli indici ISTAT), si sta impegnando affinché da questo Ente, come anche da SCF, vengano deliberati provvedimenti che riducano i costi degli abbonamenti in considerazione dell’effettiva durata della chiusura forzata delle attività e del grave pregiudizio economico da essa derivante all’intera categoria.

La segreteria APPE seguirà costantemente gli sviluppi e terrà prontamente informati gli esercenti tramite i soliti canali informativi.



Condividi/stampa: