Comune di Padova, mascherine obbligatorie anche all’aperto in centro dal 26 novembre



Ultima modifica

In breve

E’ stata firmata ieri dal sindaco di Padova, Sergio Giordani, l’ordinanza n. 36, che prevede l’obbligo di indossare la mascherina, anche all’aperto, nelle aree del centro cittadino. L’obbligo vale 24 ore su 24 e avrà durata dal 26 novembre al...


E’ stata firmata ieri dal sindaco di Padova, Sergio Giordani, l’ordinanza n. 36, che prevede l’obbligo di indossare la mascherina, anche all’aperto, nelle aree del centro cittadino. L’obbligo vale 24 ore su 24 e avrà durata dal 26 novembre al 31 dicembre 2021.

L’area interessata dal provvedimento è quella del centro cittadino ricompresa all’interno delle mura trecentesche delimitata dalle vie (tutte incluse): Riviera dei Mugnai, largo Europa, Riviera dei Ponti Romani, via Altinate compresa tra le intersezioni Riviera dei Ponti Romani e via Carlo Cassan, via Carlo Cassan fino all’intersezione con Piazza Eremitani, Piazza degli Eremitani fino all’intersezione con via degli Eremitani, via degli Eremitani compresa tra l’intersezione con Piazza degli Eremitani e via Altinate, Riviera Tito Livio, via Gualchiere, Ponte delle Torricelle, via 20 settembre, via San Gregorio Barbarigo, via Vandelli, Piazza Duomo, via Monte di Pietà, Piazza Capitaniato, via Dante.

Per quanto riguarda i pubblici esercizi e per i clienti che usufruiscono dei servizi di somministrazione:

  • all’interno dei locali, come in precedenza, la mascherina si può abbassare solo nel momento in cui si è seduti al tavolo;
  • allo stesso modo, anche all’esterno dei locali, la mascherina va sempre indossata, tranne quando si è seduti al tavolo.

Non è chiaro come i clienti si dovranno comportare per le consumazioni “per asporto” o in piedi (pizza, bibita, gelato, ecc.), anche se appare congruo considerare che la mascherina possa essere abbassata nel momento del consumo, similmente a quanto accade per il fumo. In ogni caso, sull’argomento APPE ha già inviato una richiesta di chiarimenti al Comune.

Le sanzioni in caso di inosservanza delle nuove regole vengono applicate esclusivamente alle persone (non agli esercenti) e consistono in una multa di 400 euro.

Ad ogni modo, anche per dar prova della “buona fede” dell’imprenditore, APPE ha predisposto un cartello che informa i clienti sui contenuti dell’ordinanza: l’esposizione è facoltativa ma comunque consigliata.

Per maggiori informazioni è possibile leggere il testo dell’ordinanza o contattare la Segreteria APPE (tel. 049.7817222 – email appe@appe.pd.it).



Condividi/stampa: