Accesso ai servizi online dell’INPS: dall’1 ottobre 2020 “SPID” scalza il “PIN”

Last modified date

Dal 1° ottobre 2020 l’INPS avvierà la fase transitoria di passaggio dal “PIN dispositivo” (codice identificativo personale) al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID): a partire da quella data, pertanto, l’INPS non rilascerà più PIN come credenziale di accesso ai servizi dell’Istituto, ad eccezione degli utenti che non possono avere accesso alle credenziali SPID come, ad esempio, i minori di 18 anni o i soggetti extracomunitari.

I PIN in possesso degli utenti conserveranno la loro validità e potranno essere rinnovati alla naturale scadenza fino alla conclusione della fase transitoria, la cui data verrà successivamente definita.

Oltre allo SPID, gli strumenti di autenticazione elettronica utilizzabili in alternativa al PIN per accedere ai servizi offerti sul portale INPS sono i seguenti:

  • Carta d’Identità Elettronica (CIE)
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Tutte le informazioni sul passaggio da PIN a SPID sono disponibili al seguente link  https://bit.ly/2DoSX1x

L’area Supporto online (https://bit.ly/2Z593Ff) contiene i contatti necessari a ricevere supporto per le operazioni di richiesta di SPID https://www.spid.gov.it/richiedi-spid

Per ulteriori dettagli contattare la Segreteria APPE allo 049.7817222.



Condividi/stampa: