A novembre tra gusto e tradizione: sul piatto l’oca e i dolci di San Martino

Sono 26 i ristoranti-trattorie (e 13 le pasticcerie) di Padova e provincia che partecipano alla 12^ edizione della tradizionale rassegna enogastronomica che propone un mese di pietanze a base d’oca

Protagonista incontrastata della tavola per l’intero mese di novembre è l’Oca padovana. Proprio così, torna anche quest’anno la tradizionale rassegna enogastronomica promossa dall’Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE), l’immancabile appuntamento dell’autunnopadovanoche unisce la tipicità e il sapore unico dell’Oca alla sapiente abilità dei cuochi e dei pasticceri padovani.

Aderiscono a quest’undicesima edizione 26 ristoranti-trattorie e 13 pasticcerie di Padova e provincia che propongono deliziose specialità d’oca ma anche i tipici dolci di San Martino, per allietare il palato dei fedelissimi che seguono la manifestazione e dei nuovi appassionati che si avvicinano ai piatti della tradizione.

Gli chef dei ristoranti aderenti preparano pietanze che abbinano l’alta qualità al valore della cultura e della tradizione del pennuto padovano. Alcuni locali organizzano degli appuntamenti speciali con serate di gala durante le quali sarà possibile assaggiare un esclusivo menù degustazione a tema, accompagnato da vini tipici del territorio, ad un prezzo promozionale tutto compreso.

Per tutto il mese sarà possibile gustare le pietanze a base d’oca nei seguenti ristorantiAi Mediatori, Tombolo – Al Pirio, Torreglia – Aldo Moro, Montagnana – Antica Trattoria Antenore, Torreglia – Antica Trattoria Ballotta dal 1605, Torreglia – Antica Trattoria Taparo dal 1921, Torreglia – Bastioni del Moro, Padova – Da Giovanni, Campodarsego – Da Giovanni, San Giorgio in Bosco – Da Rocco, Cittadella – Enoteca San Daniele, Torreglia – Hostaria San Benedetto, Montagnana – Il Filandino, Cittadella – In Corte dal Capo, Conselve – L’Hostaria di Via Roma, San Martino di Lupari – La Campagnola, Campodarsego – La Famiglia, Correzzola – La Montanella, Arquà Petrarca – La Montecchia, Selvazzano Dentro – La Tavolozza, Torreglia – Locanda Aurilia, Loreggia – Monticello, Teolo – Nalin, Campodarsego – Nerodiseppia Ristocaffè, Padova – Rifugio Monte Rua, Torreglia – Taverna degli Artisti, Cittadella.

Sul fronte delle pasticcerie, i Maestri Pasticceri si sbizzarriscono con l’Oca, il Cavallo e la Spada di San Martino, i tipici dolci della tradizione.

L’Oca è un dolce lievitato dalla farcitura di crema all’arancia (come tradizione gastronomica vuole) a forma di pennuto. Il “Cavallo” è un dolce di pasta frolla dalla forma del Santo a cavallo con spada e mantello, guarnito con glassa di zucchero colorata, praline, caramelle e cioccolatini. La “Spada” è un dolce lievitato che, come leggenda narra, Martino usò per tagliare il suo mantello.

I dolci della tradizione saranno acquistabili, nel periodo a cavallo di San Martino, nelle seguenti pasticcerie del Gruppo Pasticcieri Artigiani di Padova aderenti all’APPE: Antica Pasticceria, Campodarsego – Ballico, Padova – Breda, Padova – Carlo, Padova – Cuccato, Montagnana – Da Angelo, Selvazzano Dentro – Estense, Padova – Fiorin, Brugine – La Creme, Padova – La Piazzetta, Padova – Marisa, Arzergrande – San Marco, Padova – Trolese, Padova. 

Una manifestazione che è un’occasione per riscoprire i sapori della cucina nostrana. E per restare aggiornati su tutte le iniziative e gli eventi in programma, seguire i ristoratori aderenti, i relativi menù, e le pasticcerie, condividendo piatti e ricette a base d’oca e i dolci tipici, basta seguire la fanpage di GustarePadova: www.facebook.com/gustarepadova 

Le informazioni sui locali aderenti e gli approfondimenti su eventi, cene, prezzi e proposte di menù sono disponibili anche su www.gustarepadova.it 

(Nella foto la coscia croccante d’oca con crema di patate, limone e polvere di anice stellato)



Condividi/stampa: