Martedì, 12 Novembre 2019 08:15

Olio esausto: è obbligatorio iscriversi a un consorzio (ma non per i soci APPE)

Vota questo articolo
(1 Vota)

Sono recentemente giunte alla Segreteria APPE alcune segnalazioni, pervenute da imprese associate, riguardanti l'obbligo di iscrizione dei pubblici esercizi a un consorzio per il recupero di olio esausto (ad oggi sono costituiti due consorzi, operanti a livello nazionale: il CONOE e il RENOILS).

L'adesione al CONOE per i pubblici esercizi (ristoranti, pasticcerie, pizzerie, ecc.) che siano iscritti a FIPE-Confcommercio avviene automaticamente, perché esiste un accordo tra le associazioni di categoria (tra le quali appunto anche la FIPE) e il Consorzio. Lo Statuto del CONOE stabilisce, infatti, che le imprese tenute all'iscrizione possono partecipare al Consorzio tramite le loro associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale

Le ditte associate APPE non devono, pertanto, inviare alcuna documentazione ed hanno soltanto l'obbligo di raccogliere gli oli e conferirli correttamente.

Riguardo al conferimento, che deve essere effettuato tramite aziende specializzate e iscritte negli appositi registri, l'APPE sta concludendo in questi giorni una vantaggiosa convenzione, che permetterà agli associati di ottenere un interessante compenso per l'olio conferito. Ulteriori informazioni di dettaglio saranno fornite appena la convenzione sarà sottoscritta e operativa.

Letto 361 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE