Mercoledì, 29 Novembre 2017 11:17

Premiate le pasticcerie storiche di Padova e provincia con più di 50 anni di ininterrotta attività

Vota questo articolo
(1 Vota)

Padova è in pole position per diventare la "capitale" d'Italia per la presenza del maggior numero di pasticcerie storiche. E la candidatura ufficiale è avvenuta lunedì 27 novembre nell'ambito di "Stili e Sapori", primo Villaggio del gusto e degli stili di vita in Fiera di Padova, dove l'Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) ha premiato venti aziende che hanno superato i 50 anni di ininterrotta attività.
La più storica delle pasticcerie è risultata essere la Ballico di Padova risalente al 1903 e oggi gestita dalla quinta generazione di pasticceri; segue per anzianità la Graziati di Padova del 1919, poi la Gardellin di Curtarolo del 1921 e la Racca di Padova fondata nel 1933. Le altre pasticcerie storiche della provincia premiate sono le padovane Arena, Breda, Estense, Forin, Guariento, Milk Bar, San Marco, Santa Croce, Wiennese; Bortolan di Mestrino, Cuccato, Favalli e Miola di Montagnana, Dalla Bona di Montegrotto, Novello di Vigonza ed Oberti di Conselve.
«Il cibo, e in questo caso la pasticceria – mette l'accento Federica Luni, vicepresidente APPE e portavoce del Gruppo Pasticcieri – è un'espressione della cultura di un popolo. Padova e la sua provincia sono rappresentate in tutte le molteplici sfumature di ognuna delle venti pasticcerie premiate. Ogni attività storica ha una propria identità, una produzione tipica ed una storia da raccontare. Durante la cerimonia di premiazione – sottolinea Luni – si sono alternati occhi lucidi di capostipiti di famiglia accompagnati dalla nuova generazione. C'è chi ha dedicato il premio a chi non c'è più, e chi al figlio che sta continuando l'attività. Un traguardo, ma anche un punto di partenza. Un fiore all'occhiello per il nostro territorio da promuovere e continuare a valorizzare, anche con riconoscimenti come questo!».
Gli attestati di benemerenza sono stati consegnati dal Segretario dell'APPE Filippo Segato, dal consigliere provinciale Vincenzo Gottardo e da Marco Calaon in rappresentanza della Camera di Commercio di Padova.

<<50 anni di attività ininterrotta - ha dichiarato il consigliere Gottardo - sono significativi di grande capacità, qualità, tradizione, lungimiranza, innovazione, tutti requisiti senza i quali nessuna attività oggi potrebbe restare sul mercato così tanti anni con successo come è accaduto per le pasticcerie storiche che oggi vengono premiate.
Tutte attività che a metà degli anni '60 aprivano i battenti e sono tuttora attive senza interruzioni, ancora gestite dagli stessi fondatori, o dagli eredi o da una nuova generazione, mestieri che riflettono lo schema di imprenditorialità e creatività che caratterizza il nostro territorio.
Anche la pasticceria, come moltissimi altri settori oggi, è chiamata a misurarsi con le nuove abitudini alimentari, l'attenzione alla salute, senza poter prescindere dal gusto e dalla ricerca dello stupore che questo mestiere richiede.
Il mondo della pasticceria e quello della cucina poi, si stanno incontrando e confrontando sempre di più e molte figure si sommano senza mai sottrarsi, in un cammino di miglioramento reciproco molto interessante.
Un plauso particolare quindi a tutte queste attività che rappresentano la storia della pasticceria a Padova e Provincia e un ringraziamento particolare anche all'APPE per aver organizzato questo premio che è sicuramente un momento di celebrazione ma anche l'occasione per far conoscere attività così prestigiose che rappresentano un modello tutto padovano e italiano>>.

Letto 209 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE