Lunedì, 09 Ottobre 2017 12:46

Domenica 15 ottobre Padova si scopre "sostenibile" (e ordina il divieto di circolazione)

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Comune di Padova, con Ordinanza del Capo Servizio Mobilità n. 567 del 6/10/2017, ha sancito il divieto di circolazione a tutte le categorie di veicoli a motore nella fascia oraria 11-17 della giornata di domenica 15 ottobre, nella porzione di territorio comunale compresa entro il perimetro della tangenziale esterna (per maggiori dettagli vedere il testo dell'Ordinanza e la mappa delle vie interessate).

L'APPE ha già manifestato al Comune di Padova, nelle persone del Sindaco Giordani, del Vice Sindaco Lorenzoni e dell'Assessore Bressa, le criticità che tale provvedimento comporta nei confronti dei pubblici esercizi e, in particolare, dei ristoranti e delle pasticcerie.

L'unico risultato ottenuto è stata una riduzione dell'orario di divieto di circolazione, che è passato da 8 ore (in origine era previsto dalle 10 alle 18) a 6 ore (dalle 11 alle 17).

La situazione è resa ancora più grave dalle dichiarazioni dei rappresentanti comunali, che hanno già "messo in cantiere" la riproposizione di tali "domeniche ecologiche" più volte nel corso del 2018.

Per determinate categorie di automobilisti è prevista l'esenzione dal divieto e, in particolare, per:

a) autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente, autovetture del servizio "Car-Sharing";

b) veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense;

c) veicoli al servizio di disabili muniti di contrassegno e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate con certificazione rilasciata dagli Enti competenti, ivi comprese le persone che hanno subito un trapianto di organi o che sono immunodepresse;

d) veicoli adibiti a compiti di soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;

e) veicoli di servizio e veicoli nell'ambito dei compiti d'istituto delle Pubbliche Amministrazioni, compresa la Magistratura, dei Corpi e servizi di Polizia Municipale e Provinciale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate e degli altri Corpi armati dello Stato. In caso di utilizzo del veicolo privato per motivi di servizio, dovrà essere prodotta un'attestazione dell'Amministrazione di appartenenza;

f) veicoli con insegne dei concessionari di pubblici servizi;

g) autoveicoli che trasportano farmaci e prodotti per uso medico;

h) veicoli degli ospiti degli alberghi situati nell'area interdetta, limitatamente al percorso necessario all'andata e al ritorno dall'albergo, in possesso della copia della prenotazione;

i) veicoli dotati di motore elettrico.

Sono previste, inoltre, ulteriori eccezioni da documentare mediante "titolo autorizzatorio":

a) veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate, con a bordo la prenotazione o l'attestazione dell'avvenuta prestazione medica;

b) veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli di associazioni e imprese che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale; nel caso che i veicoli siano dei volontari che operano per conto delle suddette associazioni, necessita attestazione dell'associazione medesima, riportante i dati del prestatore d'opera, nonché degli orari e delle località dove lo stesso presta la propria attività;

c) veicoli utilizzati per particolari attività esclusivamente urgenti e non programmabili, per assicurare servizi manutentivi di emergenza, nella fase di intervento;

d) veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell'orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l'orario di articolazione dei turni e l'effettiva turnazione nonché di un'autodichiarazione attestante la mancanza di mezzo pubblico;

e) veicoli utilizzati per recarsi a cerimonie nuziali, battesimi, 50° e 60° anniversario di matrimonio;

f) veicoli utilizzati da società sportive, dagli atleti partecipanti a manifestazioni sportive, dai direttori e giudici di gara, per recarsi al luogo dell'evento sportivo, lungo gli itinerari strettamente necessari per i relativi spostamenti.

Scarica il modello di autocertificazione da compilare.

Letto 690 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE