Venerdì, 16 Giugno 2017 17:24

Arriva "PrestO", il nuovo "voucher" per le aziende

Vota questo articolo
(2 Voti)

Il Senato ha approvato giovedì 15 giugno il disegno di legge n. 2853 di conversione in legge del decreto-legge in materia finanziaria (la cosiddetta "Manovrina") che ha introdotto diverse novità, di cui sicuramente la più importante è l'introduzione del contratto di Prestazione Occasionale, denominato "PrestO" che, per certi versi, riprende le disposizioni dei precedenti voucher. Le nuove disposizioni entreranno in vigore il giorno successivo alla data di pubblicazione della legge.

Si riportano di seguito le principali novità, sulle quali saranno in seguito pubblicati i relativi approfondimenti.

VOUCHER: al posto dei vecchi voucher arrivano i libretti famiglia e il 'contratto di prestazione occasionale' ma con dei paletti: i contratti potranno essere utilizzati dalle imprese fino a 5 dipendenti a tempo indeterminato con una retribuzione oraria di 9 euro ed entro un tetto unico di 5mila euro complessivi. Per le famiglie arriva un libretto nominativo prefinanziato con buoni da 10 euro. La piattaforma online predisposta dall'INPS sarà operativa dal prossimo 10 luglio 2017.

RIMBORSI IVA SPRINT: riduzione da 90 a 65 giorni dei tempi dei rimborsi evitando il passaggio intermedio attraverso gli agenti della riscossione.

ADDIO STUDI SETTORE: addio agli studi di settore che lasciano il posto agli indici sintetici di affidabilità fiscale. Si prevede un regime premiale crescente in base al grado di compliance delle partite Iva misurato su una scala da 1 a 10.

TASSA SOGGIORNO: anche per gli affitti brevi arriva la tassa di soggiorno. La dovranno far pagare ai loro ospiti anche i portali online come Airbnb e Booking. I Comuni potranno anche deliberare un aumento.

AUMENTO ACCISE SUI TABACCHI: le tasse sui tabacchi dovranno essere riviste in modo da assicurare un gettito annuo non inferiore a 83 milioni di euro per il 2017 e a 125 milioni a decorrere dal 2018. Sarà un decreto ministeriale a fissare la variazione dell'accisa.

TASSA AIRBNB: sugli affitti brevi viene introdotta una cedolare secca con aliquota al 21%. I portali online internazionali, come Airbnb, anche se privi di stabile organizzazione in Italia, dovranno agire come sostituti d'imposta e nominare un rappresentante fiscale per la riscossione. Agli affitti brevi verrà applicata anche la tassa di soggiorno.

DEFINIZIONE AGEVOLATA LITI TRIBUTARIE: diventa possibile definire con modalità agevolate le controversie tributarie in cui è parte l'Agenzia delle entrate. Basterà pagare gli importi indicati nell'atto impugnato in primo grado e gli interessi da ritardata iscrizione a ruolo, escludendo quindi il pagamento delle sanzioni e degli interessi di mora. Si potranno definire i ricorsi notificati alla controparte entro il 24 aprile 2017.

ADDIO MONETINE 1-2 CENT: addio alle monetine da 1 e 2 centesimi. Dal 2018 sarà sospeso il conio da parte dell'Italia, ma quelle in circolazione continueranno comunque ad essere accettate.

MENSE BIO: arrivano le mense biologiche certificate nelle scuole. Viene istituito un fondo per ridurre i costi a carico degli studenti e realizzare iniziative di informazione e promozione.

RIVOLUZIONE EDICOLE: si anticipano in parte le norme attuative della delega sull'editoria che faticano a decollare. Arriva la semplificazione del processo di apertura di nuovi punti vendita (per cui basta la segnalazione di inizio attività) e si rimuovono gli ostacoli che non consentono di ampliare le categorie merceologiche che possono essere vendute dai giornalai. Confermate le sanzioni per chi viola le norme.

ANTICIPO TAGLIO SLOT MACHINE: le slot machine saranno ridotte del 34% entro il 2018 e il taglio avverrà in due step: entro la fine del 2017 le macchinette saranno ridotte di circa il 15% (345mila) e il restante 19% (265mila) al 30 aprile 2018. Maxisanzione da 10mila euro ad apparecchio.

RADDOPPIA TASSA FORTUNA: raddoppia al 12% la tassa sulla fortuna, il prelievo sulla parte della vincita eccedente i 500 euro, e scatterà dal primo ottobre 2017. Inoltre, sale dal 6% all'8% il prelievo sulle vincite al Lotto mentre il Prelievo erariale unico sulle slot passa dal 17,5 al 19% e quello sulle videolotterie dal 5,5 al 6%.

STRETTA SULLE COMPENSAZIONI: scende da 15.000 a 5.000 euro il tetto sotto il quale la compensazione può avvenire senza il visto di conformità. Imprese e professionisti in debito con l'Erario potranno compensare questi importi con i crediti vantati nei confronti della Pa anche per il 2017.

LIMITI PIU' ELASTICI PER I PIGNORAMENTI: arrivano limiti più elastici per il pignoramento delle seconde case e degli altri immobili di proprietà del contribuente in debito con lo Stato.

Letto 2413 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE