Giovedì, 07 Luglio 2016 10:26

Videosorveglianza: anche per le telecamere finte o spente serve l'ok della Direzione Territoriale del Lavoro

Vota questo articolo
(2 Voti)

Con nota n. 1241 del 1° giugno 2016, il Ministero del Lavoro ha fornito alcune precisazioni in merito all’installazione di telecamere per la videosorveglianza dei locali, anche in riferimento alle recenti modifiche allo Statuto dei Lavoratori.

Nella nota ministeriale si conferma che, prima di installare le telecamere, è necessario siglare uno specifico accordo con le organizzazioni sindacali dei lavoratori od ottenere l’autorizzazione all’installazione da parte della Direzione Territoriale del Lavoro (D.T.L.).

Viene inoltre specificato che servono l’accordo o l’autorizzazione anche nei seguenti casi:

  • la telecamera è accesa soltanto saltuariamente o nei momenti in cui i lavoratori non sono presenti nel luogo videosorvegliato;
  • ai lavoratori è stato dato un preavviso sulla presenza delle telecamere;
  • la telecamera è spenta o finta, in quanto installata solo a scopo deterrente.

In caso di violazione, la contravvenzione consiste in:

  • obbligo di rimuovere il dispositivo;
  • ammenda pecuniaria da 154 a 1.549 euro;
  • arresto da 15 giorni ad un anno.

Nel caso in cui, entro il periodo assegnato (di solito 30 giorni), il titolare riesca a regolarizzare la posizione (ad esempio, ottenendo l’autorizzazione della D.T.L.), la contravvenzione sarà estinta con il semplice pagamento dell’ammenda, per un importo pari a un quarto del massimo stabilito per legge, cioè 387 euro.

Si ricorda inoltre che l’installazione delle telecamere è considerato “trattamento di dati”, per cui è soggetto alla normativa sulla privacy (Decreto Legislativo n. 196/2003), che comprende l’obbligo di informativa (attraverso cartelli) e il corretto trattamento dei dati raccolti. Anche in questo caso, qualora venissero riscontrate violazioni, le sanzioni sono molto pesanti.

Per maggiori informazioni e per l’assistenza nel disbrigo delle pratiche amministrative, gli esercenti possono contattare l’ufficio amministrazione del personale APPE al tel. 049.7817233 – email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">

Letto 1227 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE