Venerdì, 27 Maggio 2016 13:31

Europei di calcio, che "passione": districarsi tra Rai, Siae, eventualmente Sky, con un punto di domanda su Scf

Vota questo articolo
(1 Vota)

 

Gli esercenti che solitamente non detengono la TV nei propri locali, ma che desiderano far vedere ai propri clienti le partite degli imminenti Europei di calcio (10 giugno – 10 luglio 2016), devono provvedere a regolarizzare la loro posizione sul fronte SIAE, RAI ed eventualmente SKY.

I compensi SIAE sono quelli illustrati nella seguente tabella (è prevista la maggiorazione del 100% per gli schermi giganti, cioè quelli superiori a 40 pollici):

TARIFFE NORMALI (da scontare per i Soci APPE)

CATEGORIA

TV (inferiori a 40”)

VIDEOLETTORE

IV

€ 30,56

€ 91,80

III

€ 38,06

€ 91,80

II

€ 85,20

€ 91,80

I

€ 126,44

€ 91,80

L

€ 156,46

€ 91,80

 

Per ottenere le riduzioni è sufficiente che i soci si presentino allo sportello SIAE con i certificati di appartenenza rilasciati dalla Segreteria APPE.

Per quanto riguarda la RAI, tenere il televisore in occasione degli Europei di calcio comporta l’abbonamento per 7 mesi (giugno/dicembre 2016) cheva richiesto on-line sul sito www.abbonamenti.rai.it (sezione abbonamenti speciali). In seguito arriverà direttamente dalla RAI il bollettino per il versamento del canone che, per gli esercizi di 3^ e 4^ categoria, ammonta a € 242,47. Chi non desidera proseguire l’abbonamento RAI per il 2017 dovrà dare disdetta entro il 31/12/2016.

Sul versante SCF (Consorzio Fonografici), la sede milanese non è stata in grado di fornire precise informazioni, per cui eventuali ragguagli verranno dati sul sito www.appe.pd.it    

Letto 1095 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE