Venerdì, 05 Febbraio 2016 16:24

Buonipasto: riunione dei baristi l'11 febbraio 2016 per difendersi dopo l'ennesima penalizzazione della gara Consip 7

Vota questo articolo
(1 Vota)

Agli esercenti vengono fatti firmare contratti opzionali molto penalizzanti

La Gara Consip 7 per la fornitura di buonipasto alla Pubblica Amministrazione, per un valore totale di 1 miliardo di euro, si è conclusa con l’aggiudicazione, per il “lotto 2” (Triveneto, Emilia e Toscana) del valore di 130 milioni di euro, a Day Ristoservice.

Per vincere la gara, Day Ristoservice ha riconosciuto a Consip uno sconto di circa il 20%, impegnandosi ad applicare agli esercenti una commissione di circa il 5%.

La società emettitrice colma la “forbice” delle due percentuali rivalendosi sui baristi tramite i cosiddetti “servizi aggiuntivi”, nominalmente facoltativi, ma di fatto obbligatori e molto gravosi.

Quindi, alla fin fine, lo sconto ottenuto da Consip viene pagato dagli esercenti che, non volendo abbassare la qualità del servizio e del prodotto offerti ai clienti, finiscono per lavorare in perdita.

Per discutere delle possibili iniziative finalizzate a salvaguardare gli interessi della categoria è stata convocata una riunione per il giorno:

GIOVEDI 11 FEBBRAIO 2016 ALLE ORE 15.30

presso la SEDE APPE in Via Savelli 28 a PADOVA

All’incontro saranno presenti il Segretario APPE Filippo Segato ed il rappresentante della Presidenza APPE, Matteo Toniolo, esperto delle problematiche connesse ai buonipasto.

L’Associazione raccomanda la presenza massiccia dei titolari dei pubblici esercizi, in modo da poter decidere assieme delle iniziative tangibili a tutto vantaggio delle imprese e suggerisce agli esercenti che già hanno un contratto con Day di sottoscrivere esclusivamente l’addendum specifico per il nuovo bando Consip.

Letto 703 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE