Venerdì, 04 Dicembre 2015 11:19

Il Padova Food Festival entra nel vivo: il 10 dicembre l'evento di matching che accoppierà produttori e ristoratori (veggy e meatty)

Vota questo articolo
(1 Vota)

Da un'iniziativa del Comitato per l'imprenditoria giovanile della Camera di Commercio, il Parco scientifico e tecnologico Galileo ha ideato e realizzato il progetto Padova Food Festival, con il supporto del Comune di Padova-Assessorato Cultura e Turismo, in collaborazione con le associazioni di categoria tra cui l’APPE.

Il Padova Food Festival, vuole essere l’occasione per creare una collaborazione sistemica dei vari attori operanti sul territorio, presentando alla cittadinanza un’iniziativa che metta al centro il cibo e la sua esplorazione.

La manifestazione pone al centro dell’attenzione l’innovazione nel “cibo”, contrapponendo (con spirito costruttivo e divertente) le due fazioni: meatty e veggy.

L’avvio del festival è avvenuto il 27 settembre 2015 con il lancio del brand ed un primo ciclo di seminari tenutisi al Centro Culturale San Gaetano che hanno raccontato quando il Food è Salute, Design ed Innovazione, è seguita immediatamente dopo l’inaugurazione della Mostra sul Food promossa dal Sole24ore ed organizzata dal Comune di Padova e si è proseguito con altri seminari che hanno raccontato quando il Food è Benessere ed il Food è Comunicazione.

Siamo oggi entrati nel vivo della seconda fase del Festival ovvero quella in cui sono state coinvolte e selezionate 40 aziende del comparto Food: 20 ristoratori e 20 produttori locali che dovranno essere accoppiati in squadre di lavoro ciascuna appartenente alla propria fazione “meatty o veggy”, per realizzare (ciascuna squadra) un piatto di street food innovativo. Questi piatti saranno presentati per la prima volta in occasione della manifestazione che si terrà in Prato della Valle – Isola Memmia l’ultimo weekend di Maggio (27-28-29 maggio 2016).

Il 10 dicembre 2015 presso il Centro San Gaetano si svolgerà l’evento di matching che accoppierà produttori e ristoratori, estratti a sorte e si formeranno i team di lavoro che avranno a disposizione l’inverno (termine di presentazione delle ricette fine marzo) per realizzare in chiave innovativa un piatto che reinventa la tradizione da presentare poi alla fair di maggio.

La mostra sul Food presente al Centro San Gaetano sarà il trait d'union per entrare nel vivo della terza parte della manifestazione, tanto che a chiusura dell’evento è prevista una visita alla mostra per attingere idee e nuove ispirazioni utili alla creazione artistica del piatto.

La selezione ha tenuto conto di qualità e territorialità, tra i prodotti da hackerare avremo la gallina di Polverara, le Lumache e la Chianina solo per citarne alcune dal mondo meatty e il radicchio, l’asparago viola, il sedano rapa dal mondo veggy… questi e tanti altri ancora.

Per i ristoratori selezionati sarà una vera e propria sfida all’ultimo fornello…dovranno ingegnarsi per co-creare con i produttori dei piatti nuovi, ma capaci di unire trazione ed innovazione.

Restate connessi e seguiteci ne vedremo di belle e buone…

Letto 932 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE