Mercoledì, 18 Febbraio 2015 14:29

Nuove assunzioni a tempo indeterminato: niente contributi INPS per 3 anni

Vota questo articolo
(2 Voti)

L'INPS con la Circolare n. 17/2015 ha fornito le prime istruzioni per la fruizione dell'esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato nel corso del 2015 ai sensi dell’articolo unico, commi 118 e seguenti, della Legge di Stabilità 2015.

La Legge di Stabilità 2015, allo scopo di promuovere occupazione stabile, ha introdotto un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro in relazione alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno 2015.

Le assunzioni agevolate hanno un esonero dai contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi INAIL, nel
limite massimo di 8.060 euro su base annua. La durata del beneficio è pari a 36 mesi a partire dalla data di assunzione. In relazione ai rapporti di lavoro part-time (di tipo orizzontale, verticale ovvero misto), la misura della predetta soglia massima deve essere riproporzionata all’orario di lavoro ridotto. Il beneficio si applica a tutti i datori di lavoro privati anche non imprenditori.

Restano esclusi dal beneficio i contratti di apprendistato e i contratti di lavoro domestico, in relazione ai quali il quadro normativo in vigore già prevede l’applicazione di aliquote previdenziali in misura ridotta rispetto a quella ordinaria. Esclusi, inoltre, i contratti di lavoro intermittente o a chiamata, ancorché stipulati a tempo indeterminato. 

Nel novero delle tipologie contrattuali incentivate rientra anche il lavoro ripartito o job sharing a tempo indeterminato, di cui agli articoli 41-45 della legge n. 276/2003, purché le condizioni per l’applicazione dell’esonero siano possedute da ambedue i lavoratori coobbligati.

L’incentivo è subordinato al rispetto di alcuni principi previsti dalla legge 92 del 2012, la Riforma del Lavoro Fornero (ad esempio il diritto di precedenza).
Il diritto all'esonero contributivo triennale è subordinato alla sussistenza, alla data dell'assunzione, delle seguenti condizioni:

  1. il lavoratore, nel corso dei sei mesi precedenti l'assunzione, non risulti occupato, presso qualsiasi datore di lavoro, in forza di un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, nel quale deve essere ricompreso anche il rapporto di apprendistato. Analoghe considerazioni valgono nel caso in cui il lavoratore assunto abbia avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato a scopo di somministrazione ovvero un rapporto di lavoro domestico a tempo indeterminato;
  2. il lavoratore nei tre mesi precedenti l’entrata in vigore della Legge di Stabilità, periodo 1 ottobre 2014-31 dicembre 2014, non abbia avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato con il datore di lavoro richiedente l'incentivo ovvero con società da questi controllate o a questi collegate;
  3. il lavoratore non deve avere avuto un precedente rapporto di lavoro agevolato con lo stesso datore di lavoro che assume.


Si ricorda che dal 1° gennaio 2015, risultano abrogate le agevolazioni previste dall'art. 8, comma 9, della legge n. 407/1990 per le assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno ventiquattro mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di trattamento straordinario di integrazione salariale da almeno ventiquattro mesi. Pertanto, lo sgravio contributivo previsto dalla suddetta norma non potrà essere riconosciuto in relazione alle trasformazioni a tempo indeterminato di rapporti di lavoro a termine, ove effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2015. Per le assunzioni e le trasformazioni a tempo indeterminato di cui alle sopra citate fattispecie effettuate entro il 31 dicembre 2014, il datore di lavoro
continuerà invece a fruire del beneficio contributivo disciplinato dall'art. 8, comma 9, della legge 407/1990 fino alla naturale scadenza.

Per maggiori informazioni gli associati possono contattare l'Ufficio Amministrazione del Personale dell'APPE (email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 049.7817233)

Letto 2111 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti
×
Newsletter APPE