HACCP - autocontrollo igienico sanitario

I controlli igienico sanitari, ad opera delle competenti autorità, sono costanti nelle imprese alimentari quali bar, pasticcerie, gelaterie, ristoranti, pizzerie, gastronomie, commercio settore alimentare, laboratori di produzione alimentare, ecc..

Queste attività hanno l'obbligo di garantire che tutte le fasi della produzione, trasformazione, conservazione, vendita e somministrazione degli alimenti, siano sottoposte a continuo controllo e abbiano i necessari requisiti igienici stabiliti dal sistema HACCP (Regolamento CE 852/2004)

  • Al fine di garantire la conformità dei prodotti ai requisiti della sicurezza alimentare, si riporta una breve check list degli adempimenti:
  • Predisporre e tenere aggiornato il piano di autocontrollo HACCP adottato dall'azienda;
  • Dare corretta attuazione alle procedure "modalità" previste dal piano;
  • Adottare tutte le misure e comportamenti idonei a garantire la salubrità degli alimenti nelle varie fasi di preparazione, conservazione, vendita/somministrazione e quindi a titolo esemplificativo:
  1. · Controllare le temperature dei frigoriferi e/o celle frigo dedicati alla conservazione dei prodotti a temperatura controllata;
  2. · Aggiornare e registrare – se previsto dal piano haccp – le schede delle temperature dei frigoriferi secondo la cadenza prestabilita;
  3. · Utilizzare, se necessario, idonee tecniche e strumenti per l'abbattimento delle temperature dei prodotti alimentari;
  4. · Identificare gli alimenti congelati in proprio con etichetta recante la data di congelamento e il tipo di prodotto;
  5. · Controllare l'etichettatura degli alimenti e la relativa data di scadenza evitando di conservare gli alimenti scaduti insieme a quelli in corso di validità;
  • Istituire e mantenere adeguati sistemi e procedure di rintracciabilità dei prodotti alimentari anche attraverso la conservazione delle etichette identificative del prodotto con le informazioni sulla catena alimentare;
  • Adottare buone pratiche di igiene dei locali, delle attrezzature e del personale e rispettare il calendario delle pulizie;
  • Provvedere alla formazione e all'addestramento continuo di tutti gli addetti e i dipendenti. Le procedure HACCP prevedono, infatti, che il titolare e tutto il personale, compresi i collaboratori, siano formati e qualificati;
  • Tenere aggiornata la registrazione sanitaria (ex autorizzazione) dell'attività, in particolare in seguito a modifiche della produzione, degli impianti e delle attrezzature compresi i veicoli con i quali si effettuano il trasporto dei prodotti alimentari;
  • Conservare in azienda la documentazione HACCP aggiornata a disposizione dell'autorità di controllo (piano di autocontrollo, schede di registrazione aggiornate, cartelli indicativi e attestati di formazione svolta)

Per chi non rispetta le indicazioni previste dal Regolamento 852/2004 sono previste sanzioni da 1.000 a 6.000 Euro.

Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi alla Segreteria APPE (tel. 0497817222 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

×
Newsletter APPE