Giovedì, 14 Novembre 2019 11:23

Contestazioni disciplinari ai dipendenti: il datore di lavoro deve seguire scrupolosamente l'iter procedurale, a pena di inefficacia

Vota questo articolo
(2 Voti)

Il datore di lavoro, nell'esercizio del proprio potere disciplinare, può contestare, ed eventualmente sanzionare, i comportamenti attivi oppure omissivi posti in essere dal lavoratore in violazione degli obblighi di diligenza e fedeltà prescritti dal codice civile, nonché delle disposizioni impartite per lo svolgimento dell'attività lavorativa.

A tutela del lavoratore, l'articolo 7 della Legge 300/1970 (Statuto dei Lavoratori) prevede una ferrea procedura per la contestazione e l'irrogazione di eventuali sanzioni disciplinari da parte del datore di lavoro: il mancato rispetto di tale procedura determina la nullità della contestazione e della conseguente sanzione eventualmente irrogata.

Per conoscere l'iter procedurale e per dotarsi del Cartello con le norme disciplinari (da tenere esposto in luogo accessibile e ben visibile ai lavoratori dipendenti), la cui assenza impedisce l'attivazione di qualsiasi procedura disciplinare contattare l'ufficio amministrazione del personale APPE al numero 049.7817233 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Letto 296 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti