Giovedì, 24 Gennaio 2019 15:03

I gelatieri di Padova e provincia protagonisti indiscussi al SIGEP di Rimini, il salone internazionale di settore

Vota questo articolo
(3 Voti)

Non poteva concludersi nel modo migliore, per i colori patavini, la 40^ edizione del Salone Internazionale della Gelateria e della Pasticceria (SIGEP) di Rimini, dove due gelatieri dell'Associazione Provinciale Pubblici Esercizi (APPE) di Padova hanno conquistato le luci della ribalta.

«E' per noi motivo di grande orgoglio – dichiara Filippo Segato, Segretario APPE – sapere che i nostri associati Antonio Mezzalira della gelateria "Golosi di Natura" di Gazzo Padovano e Guido Zandonà, della gelateria "Ciokkolatte" di Padova (socio di Lorenzo Zambonin, nostro dirigente APPE), si sono fregiati di due àmbiti riconoscimenti».

L'annuale "Guida alle gelaterie d'Italia" del Gambero Rosso ha incluso per la terza volta consecutiva la gelateria dell'Alta padovana tra quelle meritevoli dei "tre coni", considerati al pari delle "tre stelle" nella ristorazione. "Golosi di Natura", che aveva già conquistato il titolo di "Oscar Mondiale di Gelateria" al MIG di Longarone nel 2008 con il gelato al prosecco, rientra dunque tra le migliori 44 gelaterie d'Italia, di cui solo 3 sono in Veneto (le altre sono a Verona e Mestre), su un totale di 37 mila nel Bel Paese.

«E' un vero onore – ammette Mezzalira – la continua ricerca e sperimentazione in campo gastronomico di nuove ricette "pulite" senza additivi e conservanti, legate alla stagionalità, al territorio, con un occhio di riguardo per il settore del wellness, e continue fusioni tra gelato e cucina dimostrano che stiamo andando nella direzione giusta».

Mezzalira è docente di gelateria presso la "Gelato Master school" di San Marino ed ha iniziato da poco la sua docenza presso il "Master della cucina italiana", scuola che vede la collaborazione anche dei fratelli Raffaele e Massimiliano Alajmo presso l'Esac di Creazzo, in provincia di Vicenza, senza dimenticare la collaborazione con le riviste di settore, per le quali scrive ricette e tiene rubriche di gelateria.

«Sono in procinto di scrivere un libro – rivela lo chef glacier Mezzalira – ci sto lavorando da circa un anno con un amico, e i tempi sono maturi per concretizzare l'opera. Non si tratterà del solito libro di ricette o di come impostare una gelateria, aprirò le porte del mondo del gelato sia a grandi che piccini, come ormai facciamo da 12 anni a Gazzo Padovano, dove invitiamo bambini dell'asilo e delle scuole medie per imparare a fare il gelato».

Il maestro gelatiere Guido Zandonà della gelateria Ciokkolatte di Padova ha vinto, invece, il premio della critica al "Tiramisù talent show". La sua interpretazione del tiramisù in moka ha incuriosito molto la giuria tanto da ottenere l'en plein dei giudici (tutti 10). Il nuovo dessert ribattezzato "Mokamisù" è caratterizzato da una forte interattività del cliente con il dessert perché è il cliente stesso che versa il caffè sopra il biscotto e poi lo mescola con il gelato, smontando pezzo per pezzo la caffettiera. È piaciuto molto poi il concept che invita il cliente a fotografare il piatto e a creare delle storie da condividere sulle piattaforme facebook ed instagram.

Il nuovo titolo conferma la gelateria Ciokkolatte al vertice nazionale, dopo quello di miglior gelateria d'Italia nel 2015, la conquista del Terme Delice nel 2016, il primo posto nella sezione pubblico allo Sherbeth Festival di Palermo nel 2017 e la menzione come miglior granita innovativa ad Acireale (Ct) nel 2018, successi che spingono il maestro gelatiere Guido Zandonà ad esplorare sempre nuovi confini, anche nelle lezioni che abitualmente tiene presso l'Istituto Alberghiero "Almerico da Schio" di Vicenza nel formare, nell'ambito dell'arte fredda, le future leve della ristorazione Berica e Patavina.

Letto 929 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti