Martedì, 31 Luglio 2018 08:42

Nubifragi del 21 e 22 luglio: possibile risarcimento dei danni

Vota questo articolo
(1 Vota)

La Regione del Veneto, a seguito degli eccezionali eventi atmosferici (fortissimo vento, grandine e pioggia torrenziale) che hanno colpito alcuni comuni del padovano nei giorni di sabato 21 e domenica 22 luglio, ha decretato lo "stato di crisi" e, pertanto, è possibile procedere alla ricognizione dei danni al patrimonio pubblico e privato, finalizzata alla richiesta al Governo dello "stato di emergenza".

Soltanto dopo la dichiarazione dello "stato di emergenza" sarà possibile ottenere eventuali contributi per le spese sostenute per il ripristino dei beni.

I comuni interessati sono i seguenti: Albignasego, Anguillara Veneta, Arzergrande, Brugine, Cadoneghe, Campodarsego, Camposampiero, Cartura, Cervarese Santa Croce, Codevigo, Due Carrare, Maserà, Mestrino, Noventa Padovana, Padova, Piove di Sacco, Ponte San Nicolò, Rubano, Saonara, Selvazzano Dentro, Veggiano, Vescovana, Vigodarzere, Vigonovo e Vigonza.

Per poter procedere alla segnalazione dei danni subiti, è necessario compilare l'apposito modulo messo a disposizione dalla Regione Veneto e inoltrarlo (a mezzo PEC o con consegna a mano) al Comune di riferimento. La compilazione e trasmissione al Comune devono essere fatte il prima possibile, in modo che poi le singole amministrazioni comunali possano inoltrare i dati alla Regione, per la predisposizione della richiesta al Governo centrale (per il Comune di Padova, ad esempio, la scadenza ultima per l'invio è il 25 agosto).

Si ricorda che, per il ripristino delle funzionalità dei beni immobili, sono risarcibili e quindi censibili, i danni subiti dalla sola struttura principale, quindi elementi decorativi come tende o pompeiane, arredo a verde e recinzioni gli elementi tecnologici non sono risarcibili.

Per i beni mobili registrati, come nel caso di danni agli autoveicoli, sono rendicontabili esclusivamente i danni che, per legge, renderebbero non idoneo alla circolazione il veicolo. Non vanno, quindi, dichiarati i danni "estetici" che non compromettono la funzionalità del mezzo.

Per maggiori informazioni sulla compilazione del modulo è possibile consultare l'apposito allegato tecnico o contattare la Segreteria dell'APPE all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 0497817222

Approfondimenti:

Letto 115 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti