Mercoledì, 27 Giugno 2018 12:18

Sicurezza nei luoghi di lavoro: dall'1 luglio 2018 sanzioni più alte

Vota questo articolo
(1 Vota)

Dal 1° luglio 2018 aumentano dell'1,9% le sanzioni per le violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro accertate successivamente a tale data. Nessun aumento per le violazioni accertate prima: lo chiarisce l'Ispettorato Nazionale del Lavoro con una circolare del 22 giugno 2018.

L'aumento, che avviene ogni cinque anni, si ricollega all'incremento dell'indice Istat dei prezzi al consumo per il corrispondente periodo e, per il quinquennio precedente, vale per l'1,9%.

SI riportano di seguito alcuni esempi di sanzioni con l'indicazione del nuovo importo:

  • Datore di lavoro che non effettua la valutazione dei rischi, oppure non nomina il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP): arresto da tre a sei mesi o ammenda da 2.792 a 7.147,67 euro.
  • Datore di lavoro che adotta un documento di valutazione dei rischi (DVR) inidoneo: ammenda da 2.333,65 a 4.467,30 euro.
  • Visite mediche effettuate a lavoratori per cui sussiste il divieto per legge: ammenda da 2.233,65 a 7.371,04 euro.

Si ricorda che presso la Segreteria dell'APPE è funzionante lo "Sportello sicurezza", al quale ci si può rivolgere per avere informazioni precise in merito a: corsi di formazione, nomine dei responsabili, medico competente, stesura DVR, primo soccorso e altri argomenti. Per contattare la Segreteria APPE è sufficiente scrivere un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al n. 0497817222.

Letto 257 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti